meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 17°
Mer, 27/10/2021 - 17:50

data-top

mercoledì 27 ottobre 2021 | ore 18:55

Divieto giochi e spesa a domicilio

Il bilancio della situazione attuale a Dairago per quanto riguarda l'emergenza Covid-19. E le disposizioni prese per cercare di contenere il più possibile il contagio.
Attualità - Emergenza Coronavirus (Foto internet)

I numeri scintillano di eloquenza: 138 positivi, 44 guariti, sei deceduti. Nel fornire ai suoi concittadini il consueto aggiornamento sulla situazione Covid-19 in paese, il sindaco di Dairago Paola Rolfi ne approfitta anche per indicare alcuni accorgimenti che ha ritenuto opportuno adottare a tutela della loro salute. "Con ordinanza sindacale - spiega- ho disposto il divieto di utilizzo dei giochi per bambini posti all'interno di parchi, spazi e aree versi pubbliche presenti su tutto il territorio comunale". Una decisione per lei non semplice, ma che, puntualizza, "Ritengo necessaria al fine di evitare precauzionalmente il crearsi di assembramenti". Un secondo passaggio da lei adottato al di là della consueta indicazione di adottare gli accorgimenti sanitari previsti da tempo dalle normative è di carattere social-assistenziale. "Stiamo riattivando - prosegue - il servizio di consegna della spesa a domicilio, rivolto alle persone in quarantena, a chi ha difficoltà motorie e patologie tali per cui risulta maggiormente rischioso uscire di casa, nei prossimi giorni indicheremo le modalità con cui poterne usufruire". Un servizio possibile grazie alla messa in comune degli sforzi con quelli della Protezione Civile "Ai cui volontari - conclude - porgo un sentito ringraziamento per l'infaticabile e fondamentale servizio reso alla nostra comunità in questa situazione emergenziale".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento