meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante 7°
Lun, 24/01/2022 - 15:50

data-top

lunedì 24 gennaio 2022 | ore 15:01

"800km di ricordi"

Bernate Ticino - L'accensione della fiaccola

Aneddoti di una Fiaccolata: per una settimana, 58 persone di tutte le età hanno convissuto come una grande famiglia per portare in parrocchia la luce della testimonianza di fede e di condivisione; ripercorrendo gli 854 km da Loreto a Bernate, riviviamo con i partecipanti retroscena di un’avventura sportiva e votiva dal grande spessore comunitario. L’accoglienza del bernatese frate Mario Colombo a Pieve Quinta (Forlì-Cesena) ha rifocillato il gruppo in viaggio per le Marche con un pranzo in amicizia a base delle migliori specialità della Romagna. Il giorno successivo (martedì 26 agosto) il fuoco della Fiaccola è stato benedetto dal vescovo Giovanni Tonucci con don Angelo di Bernate nel Santuario di Loreto, che conserva l’immagine della Madonna Nera e le mura della Santa Casa di Nazareth. E a Loreto fuoco chiama fuoco: è curioso che in occasione della festa della Natività della Vergine (8 settembre) è stata il centro delle celebrazioni proprio una fiammella, quella della Lampada per l’Italia che da dieci anni arde nella Santa Casa. I tedofori si sono alternati correndo da mattina a sera in un continuo saliscendi su strade molto secondarie (ecco spiegati gli 800km…) : impossibile enumerare le cittadine, le località, i paesini dispersi nel verde appenninico che sono stati attraversati tra lo sguardo a volte indifferente, a volte stupito, a volte incoraggiante della gente. E anche da casa, a Bernate, si continuava a collaborare. Si fa presto infatti a dire ‘Fiaccolata’ ma l’organizzazione di un evento così, è davvero impegnativo: il percorso, il pernottamento, la ricerca degli sponsor (anche quest’anno numerosi e generosi), la minuziosa burocrazia, …occupano mesi e mesi di preparazione.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo