meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 20°
Gio, 13/08/2020 - 06:20

data-top

giovedì 13 agosto 2020 | ore 07:21

L'enduro a Corbetta

Inaugurato ufficialmente il 'Pollaio Moto Ranch', un parco dedicato all’enduro a pochi chilometri dalla metropoli Lombarda. Si trova, infatti, a Corbetta.
Sport - Enduro

Inaugurato ufficialmente il 'Pollaio Moto Ranch', un parco dedicato all’enduro a pochi chilometri dalla metropoli Lombarda. 
Una realtà nata grazie alla ASD Pollaio Motor Ranch che, grazie alla visione aperta dell’Amministrazione comunale di Corbetta, ha realizzato uno spazio attrezzato dove gli amanti del fuoristrada possono sfogare le proprie capacità, qualunque siano, in sicurezza.
 Il 'Pollaio' è nato da un’idea di Filippo De Martini e Mauro Lardini che insieme ad altri appassionati hanno iniziato in punta di piedi a sviluppare una attività di promozione e sviluppo del fuoristrada sfruttando un terreno comunale datogli in uso.
 Dopo qualche mese per prendere le misure e far girare la voce c’era bisogno di una vera ufficializzazione.
 Questa si è concretizzato il 9 febbraio 2020 a Corbetta in via Zanella 24, con l’inaugurazione del primo Parco Enduro in provincia di Milano.
Presente, ovviamente, l’Amministrazione comunale nella figura del sindaco Marco Ballarini e di numerosi campioni del calibro di Gio Sala, Bruno Birbes, Claudio Terruzzi e molti altri.
 Una veloce conferenza stampa con simpatiche premiazioni di alcuni soci e la 'benedizione' delegato FMI Armando Sponga, per poi procedere al taglio del nastro che dà anche il segnale ufficiale che è ora di dare gas.
 Turni da 15 minuti che si susseguono con sempre un primo giro di ricognizione e briefing guidati da un socio della ASD Pollaio.
Un luogo dove divertirsi con moto da fuoristrada, anche grosse enduro bicilindriche e scrambler, in totale sicurezza. 
Un posto dove poter apprendere e migliorare il proprio stile di guida senza paura, ma soprattutto un punto di formazione per giovani motociclisti (dai sei ai 14 anni), ma non solo, che attraverso il fuoristrada possono sviluppare e migliorare le proprie delle capacità di guida.
Proprio ai più giovani è dedicato ampio spazio convinti che in questa fascia d’età si possa formare non solo una coscienza sportiva ma anche una abitudine al rispetto delle regole fondamentale nella vita quotidiana. 
Esperienze che possono diventare la base per un futuro agonistico, o ricreativo, oppure semplicemente essere positivamente trasferite nell’uso stradale aumentando la sicurezza.
Un percorso misto, non eccessivamente impegnativo, ma capace nel caso di dare comunque soddisfazione anche a chi la manetta la gira pesantemente.
 Una manifestazione che ha richiamato un vasto pubblico e che sicuramente è di buon auspicio per il futuro del fuoristrada non solo locale.
La prossima volta magari proveremo anche noi a mettere il tassello nel 'Pollaio'.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo