meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 21°
Dom, 18/08/2019 - 08:20

data-top

domenica 18 agosto 2019 | ore 08:53

Nosate... che riciclone!

Ancora una volta il piccolo paese del nostro territorio si conferma, appunto, tra i migliori 'Comuni Ricicloni' secondo le classifiche di Legambiente. Ecco alcuni numeri
Nosate - 'Comuni Ricicloni' (Foto internet)

Rifiuti… chiedere a Nosate. Beh, in fondo, è un vero e proprio riciclone. E mai, come stavolta, termine sembra essere azzeccatissimo, perché anche quest’anno il paesino della provincia di Milano si conferma, appunto, tra i migliori “Comuni Ricicloni” del Castanese secondo Legambiente. Piccolo di fatto, insomma, ma grande nei risultati e, più precisamente, quando si parla di raccolta differenziata. Già, lo dicono i numeri e lo certificano, soprattutto, le classifiche finali che, se da una parte lo vedono, infatti, al 15esimo posto tra le realtà della provincia sotto i 5 mila abitanti, dall’altra è, invece, sul secondo gradino del podio per quanto riguarda le cittadine del Consorzio dei Navigli (dietro soltanto a Cassinetta di Lugagnano). “Un grande traguardo ed una soddisfazione enorme – spiega il sindaco Roberto Cattaneo – Di nuovo, infatti, ci confermiamo ai primi posti per una tematica importante e fondamentale che partendo dal presente guarda con particolare attenzione ad un futuro diverso e migliore”. Nello specifico, Nosate (con i suoi 682 abitanti) ha fatto registrare l’83,8% di raccolta differenziata ed il 62% di procapite secco residuo. “Dati che dimostrano l’attenzione che come Amministrazione comunale abbiamo sempre messo in campo – continua il primo cittadino nosatese – Siamo convinti che la sensibilizzazione e l’informazione tra la popolazione siano un tassello significativo e proprio in questa direzione, quindi, ci siamo mossi negli anni passati e andremo avanti a farlo pure nel quinquennio prossimo. Ovvio, non va dimenticata la forte collaborazione della cittadinanza in tale senso, aggiunta alla cura che ogni singola persona o nucleo familiare pone quando, appunto, è il momento di differenziare i propri rifiuti. Il risultato ottenuto, infatti, è frutto di diversi fattori, tra cui la collaborazione di tutti”. Ma, alla fine, il sindaco Cattaneo non ha la benché minima intenzione di fermarsi qui, anzi. “Fin dal primo giorno che ci siamo insediati alla guida del paese (nel 2014, il primo mio mandato) – conclude – abbiamo organizzato incontri e apposite serate (grazie al sostegno del Consorzio dei Comuni dei Navigli), proprio per spiegare alla gente le modalità di conferimento dell’immondizia domestica e tenerla aggiornata sui cambiamenti e le eventuali novità. Adesso, con la rielezione nel mese di maggio, daremo vita a nuovi appuntamenti di confronto e informazione, perché se le percentuali raggiunte sono importanti, si può e si deve sempre cercare di fare di più. L’obiettivo è questo, ricordando che il rispetto e la tutela dell’ambiente sono per noi punti cardine”.

Invia nuovo commento