meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 18°
Lun, 16/09/2019 - 03:20

data-top

lunedì 16 settembre 2019 | ore 04:16

Cittadini dal 'pollice verde'

Inaugurati gli orti urbani, all'angolo tra le vie Canegrate e Deledda. E' di nove il primo gruppo di cittadini e famiglie assegnatari. Un luogo pensato per la collettività.
Busto Garolfo - Gli orti urbani

Singoli o gruppi, famiglie ed anche un giovane... perché la parola d'ordine è stata e sarà condivisione, socialità e coinvolgimento. Pronti via, allora, con l'inaugurazione ufficiale, ma soprattutto con l'assegnazione dei primi orti urbani di Busto Garolfo. Uno spazio, certamente, ampio ed importante (là, all'angolo tra le vie Canegrate e Deledda), un'area che potrà vedere in futuro la creazione di nuove ed ulteriori porzioni di terreno e, in modo particolare, un luogo pensato e voluto per riunire la popolazione e le associazioni, appunto in quell'ottica di orti collettivi. "I primi pareri sono molto positivi - commentano dal Comune - E ci sono delle ottime premesse perché la zona possa effettivamente diventare un punto simbolo di aggregazione e collaborazione per quanto concerne, ad esempio, la manutenzione dei camminamenti e dell'area comune, ancora per l'utilizzo dell'acqua e degli attrezzi, senza dimenticare che lo spazio potrà essere migliorato ed arricchito ulteriormente nel corso del tempo. Non da meno, poi, le cifre spese per la realizzazione, davvero molto contenute, grazie all'intervento di Cap Holding, 'vicina di casa' in quanto nel lotto adiacente è presente un impianto gestito proprio dalla stessa società, che ha contribuito in modo rilevante mettendo in piedi la recinzione di questa area, mentre come Comune siamo intervenuti per l'allaccio dell'acqua e la preparazione del terreno". Nello specifico, quindi, il primo gruppo assegnatario è composto da 9 cittadini e famiglie, tra cui c'è anche Alessandro, ex studente dell'istituto agrario 'Mendel' di Villa Cortese, esperto nella coltivazione più attuale, volta al risparmio di risorse idriche ed all'impiego di metodi per non impoverire il terreno e non utilizzare concimazioni chimiche (un suo progetto è stato esposto ad Expo 2015); insomma "L'esempio che gli orti possono davvero coinvolgere chiunque ed essere una significativa opportunità per la cittadinanza intera - concludono".

Invia nuovo commento