meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno -1°
Mer, 16/01/2019 - 08:20

data-top

mercoledì 16 gennaio 2019 | ore 08:39

Il giovane Samuele illumina i campanili

Solo 13 anni, una grande passione, e con le sue rinunce ridona luce a Cuggiono ed alla frazione di Castelletto. Una storia di Natale davvero speciale e particolare.
Cuggiono - Uno dei campanili illuminati da Samuele

L’innocenza dei ragazzi arriva dove non arrivano gli adulti. Samuele, giovane tredicenne di Castelletto, è il piccolo eroe del Natale cuggionese. Con la sua passione, caparbietà, risparmi personali, ha permesso di illuminare i campanili di tre chiese del paese. “La passione per le celle campanarie è nata in Samuele fin da piccolissimo, a due anni già guardava i campanili. Alla materna sapeva già leggere le ore, anche sui numeri romani, poi col tempo si è avvicinato alla federazione campanari ambrosiani - ci racconta la mamma Lorenza - Con questo gruppo, che coinvolge anche diversi giovani, ogni weekend gira per le diocesi per fare concerti di campane a corde o tastiera. Lo scorso 8 e 9 dicembre, per esempio, era in Brianza”. Con il gruppo diocesano oltre a suonare si studia e ci si documenta: si fanno rilievi, si analizza la composizione e il suono delle campane. Lavori che vengono poi donati ai parroci. Castelletto di Cuggiono - Il giovane Samuele “Da un anno e mezzo era deluso che i campanili dei nostri paesi fossero sempre spenti - ci dice la mamma Lorenza - allora ha raccolto i suoi risparmi, messi da parte in questi anni, e ha chiesto il permesso ai sacerdoti per poter cercare di illuminare le celle campanarie. Ha organizzato tutto lui: temporizzatori da lasciare in sacrestia, cavi, luci a led. Poi a Castelletto col mio aiuto e a Cuggiono con Paolo Branchi, vicepresidente della federazione campanari, ha realizzato il suo sogno. Per ultimo, proprio in questi giorni, grazie alla disponibilità di padre Claudio, abbiamo illuminato anche San Paissio Aghiorita (ex chiesa San Luigi), del vecchio oratorio di via Cavour. Per questa e per Castelletto l’illuminazione rimarrà poi fissa, per la Basilica se i costi di accensione non incideranno troppo ci è stato promesso che rimarrà una costante anche lì”. Unica chiesa cuggionese che era già strutturata: San Rocco, la cui accensione coincide con la bella mostra presepi che abitualmente ospita. A Castelletto, inoltre, il bellissimo gesto di Samuele non è passato inosservato e l’intera comunità si è adoperata: “Ovviamente non siamo rimasti insensibili di fronte ad un gesto così altruistico verso la comunità, ci siamo immediatamente attivati e siamo riusciti ad acquistare due faretti che proiettano dei giochi di luce sul campanile e una fila di luci per illuminare una parte della chiesa”. Un risultato davvero molto suggestivo che lascia stupore e gioia in tutti i cittadini. Intanto, il giovane Samuele è già riuscito a ‘illuminare’ il Natale cuggionese, rendendo la sua passione un orgoglio per tutta la cittadinanza, in attesa magari di sentirlo comporre un concerto di campane proprio qui.

Invia nuovo commento