meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, fitta pioggia 18°
Gio, 24/09/2020 - 21:20

data-top

giovedì 24 settembre 2020 | ore 22:09

Le 'pattuglie miste' di Milano

Due carabinieri e due poliziotti cinesi. Da qualche settimana nel capoluogo lombardo sono in corso una serie di attività congiunte tra le forze dell'ordine italiane e della Cina.
Inchieste - Carabinieri e poliziotti cinesi insieme per le 'pattuglie miste' (Foto Eliuz Photography)

Due carabinieri e due poliziotti. Due militari dell’Arma e due agenti della Repubblica Popolare Cinese. L’attività è differente: controllo, monitoraggio, accertamenti e presenza nei luoghi simbolo e caratteristici di Milano. Sono lì, pronti ad intervenire in caso di emergenze e necessità, per dare una mano e un aiuto ai tanti turisti ed alle tante persone che quotidianamente (per vacanza o per lavoro) si trovano a transitare in quelle zone (il Castello Sforzesco, ad esempio, o ancora piazza Duomo, Moscova - Garibaldi e le aree centrali della città; solo per citarne alcune) e per svolgere un importante e significativo lavoro di osservazione. Sono le cosiddette pattaglie miste (come sono state appunto ribattezzate), che stanno coinvolgendo, a più riprese e in diversi periodi dell’anno, vari capoluoghi e realtà del nostro Paese. Da Milano, passando per Roma, Firenze, Napoli, ecc... ci si muove, insomma, fianco a fianco nell’arco dell’intera giornata, creando così una sinergia e una collaborazione fattiva e mirata. Cina - Italia, allora, ma anche Italia - Cina, perchè “Il progetto - come è stato spiegato durante la presentazione ufficiale dell’iniziativa - fa seguito al lavoro congiunto, svolto da agenti della Polizia di Stato e militari dell’Arma dei Carabinieri a Pechino e Shanghai nei mesi scorsi. In alcune città, dunque, gli agenti cinesi sono affiancati dalla Polizia, in altre invece dai Carabinieri. Si tratta di un servizio di grande rilevanza che guarda al presente in ottica futura. La cooperazione per i pattugliamenti congiunti risponde, infatti, alla domanda dei tanti turisti e studenti cinesi e degli italiani in Cina. Per i cinesi presenti in Italia, allo stesso modo per gli italiani in Cina, è molto utile vedere un’uniforme ‘amica’ e sapere che in caso di necessità o esigenze hanno qualcuno della loro Nazione su cui poter far affidamento. Inoltre, l’attività serve a promuovere ulteriormente le relazioni tra i due Paesi”. (FOTO ELIUZ PHOTOGRAPHY)

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Gran bella iniziativa

Gran bella iniziativa

Invia nuovo commento