meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 22°
Lun, 15/04/2024 - 16:50

data-top

lunedì 15 aprile 2024 | ore 17:34

Il Palio al Parlamento Europeo

Centenario di Legnano. L'Amministrazione comunale, in collaborazione con Fondazione Palio ETS, ha organizzato evento presso il Parlamento Europeo di Strasburgo.
Legnano / Attualità - Il Palio in mostra in Parlamento

Nel 2024 ricorre il centenario dello status di città del Comune di Legnano. Per celebrare questa importante ricorrenza, l’Amministrazione comunale, in collaborazione con Fondazione Palio ETS, ha organizzato un importante evento presso il Parlamento Europeo di Strasburgo. Obiettivo, portare oltreconfine, come già accaduto in occasione della partecipazione al Columbus Day del 2012 a New York, uno dei massimi beni immateriali della municipalità, ossia il suo Palio. Evento che aggrega e dona vitalità e cultura all’intera città, il Palio di Legnano è uno dei massimi eventi palieschi italiani ed europei, ricco di storia e, soprattutto, forte di una marcata e rigorosa impronta culturale. In occasione del centenario, è stato quindi volere dell’Amministrazione comunale portare questa manifestazione ed i suoi tesori nella casa comune di tutti gli europei. Una testimonianza del secolare percorso che, proprio a partire dalla forza dell’unione dei popoli, ha saputo condurci fino alla nascita dell’Unione. Due giorni in mostra nel cuore delle istituzioni comunitarie. L’esposizione è stata allestita presso la galleria “Emilio Colombo”, crocevia degli europarlamentari per raggiungere l’aula in occasione delle sessioni plenarie e si compone di pannelli infografici, manichini con costumi, teche contenenti corone e anelli provenienti dalle collezioni del Palio di Legnano. Su un maxischermo ecco, inoltre, in loop filmati e immagini del Palio di Legnano, della sfilata storica e delle manifestazioni collaterali. “Se la storia ha qualcosa da insegnarci, la battaglia di Legnano ci indica anche oggi una strada - dice il sindaco Lorenzo Radice - Nel 1176 i Comuni, simbolo dell’identità locale nell’Italia del Nord, superarono rivalità, divisioni e particolarismi per far fronte a una minaccia che incombeva su tutti; oggi, in un contesto radicalmente mutato, i Paesi dell’Unione Europea sono chiamati dalle sfide di un mondo globalizzato a dare risposte che, per incidere, devono essere il più possibile condivise. Con questo spirito, il mondo del Palio di Legnano farà il suo ingresso nell’istituzione principe della Casa europea, portando un messaggio di coesione che è sì eredità del passato, ma che può rappresentare un esempio per orientare le scelte che i singoli Stati devono essere in grado di assumere con la massima urgenza oggi. Ovviamente il viaggio a Strasburgo è anche un’irripetibile occasione per mostrare ai rappresentanti dei cittadini di altri Paesi l’unicità del nostro Palio grazie al pregio nella fattura e all’accuratezza filologica dei suoi costumi”. Dichiara Mariapia Garavaglia, presidente della Fondazione Palio di Legnano: “La presenza del Palio di Legnano nella sede del Parlamento europeo a Strasburgo è un “pellegrinaggio laico” alla casa comune della cultura e della antropologia fondanti la trasmissione di quei diritti e doveri che hanno reso i popoli capaci di autonomia e di autodeterminazione. Legnano (unica città italiana, assieme a Roma, ricordata nell’Inno nazionale) è simbolo riconosciuto di libertà e di autonomia comunale, uno degli elementi cardine della storia del nostro Paese. Legnano è il “Comune dei Comuni”. La città lancia ai Parlamentari europei un accorato appello perché l’unione delle nostre Nazioni costituisca un simbolo universale a difesa e promozione della democrazia e dei diritti umani, della libertà e della pace”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento