meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 15°
Sab, 22/06/2024 - 03:50

data-top

sabato 22 giugno 2024 | ore 04:56

Le organizzazioni sportive nel 2023

L’industria sportiva, ultimamente messa in crisi dalla pandemia da Covid-19 e dalla crisi energetica ancora in corso, ha subìto forti limitazioni.
Sport - Calcio

L’industria sportiva, ultimamente messa in crisi dalla pandemia da Covid-19 e dalla crisi energetica ancora in corso, ha subìto forti limitazioni riguardanti il numero di spettatori negli stadi, con significative ripercussioni negative sui bilanci delle società sportive e sull’esecuzione degli eventi, in cui la performance fisica e l’incontro dei supporter rappresentano elemento imprescindibile per un’esperienza sportiva di successo. Dal calcio, alla pallacanestro, al rugby, l’industria sportiva si è fortemente evoluta, coinvolgendo molti settori dell’economia e contribuendo a sviluppare la socialità e la crescita economica del nostro Paese.

Se ne parla nell'appuntamento in programma il 9 giugno alla LIUC, che, tra l’altro, si colloca in prossimità dell’apertura della finestra del mercato estivo riferita alla stagione 2023/24. L’obiettivo è fornire una panoramica dei trend emergenti nel settore sportivo, evidenziandone le ricadute da un punto di vista gestionale, contabile, regolamentare e fiscale, nonché le interconnessioni dello stesso con le dinamiche “ESG – Environmental, Social and Governance” e l’ampio mondo della sostenibilità.

Con riguardo proprio alle tematiche ESG, le società sportive potrebbero mirare a un maggiore coinvolgimento nella governance (“G”) delle competizioni a cui partecipano, al fine di supervisionare al meglio l’esperienza dei fan, l’impatto ambientale del business (“E”), la sostenibilità finanziaria e la gestione dei diritti dei media. Non si può, comunque, prescindere dai risultati sportivi, da cui deriva l’apprezzamento del mercato con riguardo a questo settore, nonché dall’attenzione che necessariamente deve essere riposta anche alla dinamica sociale (“S”) che emerge chiaramente nel comparto sportivo, dove socialità, diversità e inclusione restano tematiche discusse e in definizione.

Modererà i lavori, insieme a Patrizia Tettamanzi, professore ordinario di Economia Aziendale e Sustainability Management LIUC, il direttore generale della Gazzetta dello Sport Francesco Carione.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento