meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 18°
Mar, 18/06/2024 - 04:50

data-top

martedì 18 giugno 2024 | ore 05:29

Ammanettato e derubato

Nelle prime ore di domenica mattina l'Armeria Beccaglia di Cuggiono ha subito un grave furto: il titolare è stato ammanettato da ignoti e derubato di diversi armi esposte in negozio.
Cuggiono - Furto da Beccaglia

Un furto clamoroso, probabilmente studiato nei minimi dettagli, che ha un 'seguito' sicuramente inquietante per il bottino: armi. Nelle prime ore di domenica mattina l'Armeria Beccaglia di Cuggiono ha subito un furto, si teme, studiato fin nei minimi dettagli. Il titolare, come da sua abitudine, si è recato verso le cinque del mattino presso la sede del negozio in piazza San Maurizio a Cuggiono per motivi personali, per ritirare del materiale che gli sarebbe servito per la giornata, quando è stato letteralmente placato da ignoti che l'hanno immobilizzato e ammanettato al frigorifero sul retro.
La banda ha quindi prelevato diverso materiale esposto prima di dileguarsi. Verso le 8 del mattino, la titolare di un'attività vicina, andata in negozio per i preparativi del servizio di giornata, ha sentito le urla del vicino, soccorrendolo e dando l'allarme. Subito, sul posto, sono intervenuti i carabinieri di Cuggiono e la scientifica che ha cercato di rilevare impronte e tracce dei delinquenti. Con grande certezza, chi ha colpito cercava proprio armi. Per questo è ora fondamentale tracciare ciò che è sparito e proseguire le indagini per identificare chi possa essere stato.
Ricordiamo che negli scorsi mesi, per motivi più legati a furti di incasso, erano stati colpiti altri due negozi della stessa piazza centrale cuggionese.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento