meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 13°
Gio, 02/02/2023 - 11:50

data-top

giovedì 02 febbraio 2023 | ore 12:36

‘Sui passi della violenza’

Casa Giacobbe ospiterà da sabato 14 a venerdì 20 gennaio la mostra d’arte contemporanea ‘Sui passi della violenza’ dell’artista Sergio Brambillasca.
Magenta / Eventi - ‘Sui passi della violenza’

Casa Giacobbe ospiterà da sabato 14 a venerdì 20 gennaio la mostra d’arte contemporanea ‘Sui passi della violenza’ dell’artista Sergio Brambillasca, a cura di Unione Nazionale Vittime (Unavi) e realizzata in collaborazione con l’Assessorato alle Pari opportunità guidato da Mariarosa Cuciniello. “Si tratta di un progetto itinerante, artistico e di comunicazione per sensibilizzare la società sul tema della sofferenza delle vittime di violenza e dei loro familiari e per promuovere una cultura della prevenzione e della non violenza”, spiega l’Assessore Cuciniello. “Accogliamo pertanto questa mostra in considerazione dell’impegno della nostra Amministrazione a promuovere ed organizzare attività e iniziative contro le discriminazioni sociali, per sostenere la cultura delle pari opportunità e la lotta agli stereotipi di genere, contro le ingiustizie; in questo caso lo facciamo attraverso l’arte, attraverso l’immagine, che spesso più delle parole suscita emozioni e stimola la sensibilità delle persone in modo diretto ed empatico”.
L’inaugurazione della mostra sarà preceduta sabato 14 gennaio da un incontro pubblico alle ore 17.30 alla presenza degli Assessori Cuciniello e Stefania Bonfiglio. “La mostra di Unavi dà voce a chi ha subìto un grande dolore collegato spesso a profonde ingiustizie”, commenta l’assessore Bonfiglio. Interverranno all’incontro pubblico anche Paola Radaelli e Alessandro Continiello, rispettivamente Presidente e Vicepresidente Unavi; con loro il coordinatore Unavi Lombardia Francesca Giarmoleo, il sociologo Fabrizio Fratus e l’artista e curatore della mostra Brambillasca. Tra i temi trattati nelle 14 opere esposte, la strage presso il tribunale di Milano, la strage del Ponte Morandi, la legittima difesa, la violenza di genere, gli orfani di femminicidio, la rapina in casa, il cyberbullismo, il bullismo, i delitti efferati. Durante l’incontro pubblico e l’inaugurazione della mostra sono previste le testimonianze di familiari di vittime e persone che hanno vissuto direttamente o subito violenza: Michele Matti Altadonna (fratello di una vittima del Ponte Morandi), Beatrice Paola Fraschini (ragazza segregata e picchiata dal fidanzato nel 2019 e che, per salvarsi, si è buttata da un balcone), Stefania Ripoldi (figlia di Antonietta Migliorati, uccisa a Rho nel 2017 e per il cui omicidio è stato condannato all’ergastolo l’ex vicino di casa) e Mario Cattaneo (oste del lodigiano a processo per eccesso colposo di legittima difesa a seguito della morte di uno dei rapinatori del suo locale). La mostra sarà aperta al pubblico e alla presenza dell’artista domenica 15 gennaio dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00; da lunedì 16 a venerdì 20 gennaio dalle 10.00 alle 12.30.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento