meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Gio, 02/02/2023 - 09:50

data-top

giovedì 02 febbraio 2023 | ore 10:04

Musica sacra

Riparte la rassegna di Musica Sacra organizzata dall’Amministrazione comunale di Busto Arsizio in collaborazione con l’Ente Concerti Castello di Belveglio.
Busto Arsizio / Eventi - Musica sacra

Riparte la rassegna di Musica Sacra organizzata dall’Amministrazione comunale di Busto Arsizio in collaborazione con l’Ente Concerti Castello di Belveglio. Giunta alla 43^ edizione, la rassegna prevede tre concerti che si svolgeranno in tre diverse chiese, come sempre la domenica pomeriggio alle 16. "I concerti di musica sacra rappresentano un appuntamento particolarmente sentito e partecipato, sia per levatura del programma e delle esecuzioni, affidate a musicisti affermati, sia per il contesto in cui si svolgono – commenta la vicesindaco e assessore alla Cultura Manuela Maffioli – Quest’anno tra le chiese che tradizionalmente ospitano i concerti c’è una new entry, la chiesa vecchia di Sacconago, una cornice sacra di indubbio valore artistico e storico, che ci permette di portare, ancora una volta, la cultura nei quartieri della città”. Questi i concerti in programma: il 30 ottobre nella Chiesa Vecchia di Sacconago aprirà la rassegna il duo organo e clarinetto dei musicisti Paolo Bougeat e Davide Papalia che presenteranno un repertorio che comprende brandi di alcuni dei più importanti compositori di epoca barocca. Il 6 novembre nella Basilica di S. Giovanni Battista l'organista Sergio Paolini eseguirà un programma che unisce vari compositori da Johann Sebastian Bach fino a Louis Vierne. Il 13 novembre nella chiesa del Sacro Cuore (Frati Minori) concluderà la rassegna l’organista Alessandro Bianchi che proporrà un programma che spazia dalla musica barocca fino al '900. Tutti i concerti sono ad ingresso libero e gratuito.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento