meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 18°
Mar, 18/06/2024 - 03:50

data-top

martedì 18 giugno 2024 | ore 04:16

Incidente per il pulmino della Parrocchia

Incidente a Lutago, in Alto Adige: coinvolto il pulmino della Parrocchia di Vanzaghello. In ospedale 8 ragazzi e don Armando. Le conseguenze, per fortuna, non sono state gravi.
Cronaca - Incidente (Foto internet)

L’urto con auto, l’arrivo dei mezzi soccorsi e, poi, il trasporto in ospedale. Momenti di grande paura ieri pomeriggio (venerdì 29 luglio), per un gruppo di ragazzi e per il don della Parrocchia di Vanzaghello, rimasti coinvolti in un incidente stradale, mentre a bordo di un pullmino si trovavano a Lutago, in Valle Aurina. “Stavamo rientrando da un’escursione (in zona, infatti, abbiamo trascorso il periodo estivo con i giovani dell’oratorio), quando lungo la strada ho visto la vettura invadere la nostra corsia. Subito ho sterzato, ma purtroppo l’impatto è stato inevitabile – racconta il giorno dopo lo stesso don Armando – Sono stati attimi di grande preoccupazione”. Diversi i feriti, tutti trasferiti, appunto, nei nosocomi di Brunico, San Candido e Bressanone, più uno elitrasportato a Bolzano, per ulteriori accertamenti e per essere affidati alle cure del personale medico. Le loro condizioni, comunque, non sono mai apparse fortunatamente gravi, tanto che la maggior parte sono stati dimessi già in serata, mentre tre (da quanto si è saputo sembrerebbe con microfratture e fratture, rispettivamente al bacino, al malleolo e all’anca), oltre al sacerdote (con una micro frattura a una costola) sono stati tenuti in osservazione in via precauzionale per la notte. “Lo spavento, inevitabilmente, è stato tanto - conclude”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento