meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia
Mar, 27/02/2024 - 23:20

data-top

martedì 27 febbraio 2024 | ore 23:54

La luna di miele

Come tutti sappiamo la ‘luna di miele’, o viaggio di nozze, è il viaggio di una coppia appena sposata per celebrare il proprio matrimonio. Ma da dove ha origine?
Speciale sposi - Luna di miele

Come tutti sappiamo la ‘luna di miele’, o viaggio di nozze, è il viaggio di una coppia appena sposata per celebrare il proprio matrimonio. Ma da dove ha origine questa locuzione? L’origine fa probabilmente riferimento al primo mese di matrimonio e alla bevanda prevalentemente usata per celebrare un matrimonio, cioè l’idromele. Nella cultura norrena era usanza, dopo aver celebrato il matrimonio, che gli sposi trascorressero da soli il primo mese, consumando idromele ogni giorno. Alcuni testi, come ad esempio il ‘The Oxford Dictionary’, il quale fa risalire la prima attestazione al 1546, considerano il “miele” un riferimento alla dolcezza del primo periodo successivo al matrimonio, sottolineando il fatto che la felicità iniziale è destinata a diminuire presto. Con lo stesso sarcasmo Voltaire faceva riferimento alla “lune de miel” nel suo romanzo Zadig, ed è probabilmente da qui che l’espressione è stata presa in prestito dall’italiano. Altre ipotesi si basano su consuetudini antiche. Una di esse fa risalire l’espressione ai tempi di Babilonia: in tale periodo era uso regalare alle coppie di sposi una quantità di idromele sufficiente per un mese. Si pensava che tale bevanda garantisse fertilità. L’abitudine di regalare idromele era comune nell’antica Roma e nel Medioevo. Un’altra ipotesi sull’origine della dicitura “luna di miele” fa riferimento al medioevo. Quando una famiglia cedeva in matrimonio una donna all’uomo, essa portava con sé del miele, considerato costoso e simbolo di ricchezza. Questo periodo a ridosso dell’ufficializzazione di un’unione in altre culture era un periodo ben più tumultuoso: non solo le cosiddette fuitine, ma anche i matrimoni per rapimento sono purtroppo tuttora comuni in molte culture. Una pratica che poco ha a che vedere con l’amore, ma che, romanticizzata dalle culture che hanno saputo lasciarsela alle spalle, ha forse dato origine alla consuetudine del viaggio di nozze, una dolce parentesi di intimità, magari verso mete remote e lontano dalle abitudini e dalla quotidianità, per iniziare insieme una nuova avventura.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento