meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 24°
Dom, 13/06/2021 - 23:50

data-top

martedì 15 giugno 2021 | ore 16:14

Brand da... Olimpiadi

Sono in corso a Pyeongchang i XXIII Giochi Olimpici Invernali: per gli sportivi e gli appassionati di neve e ghiaccio, ma anche imperdibile vetrina per i marchi del mondo.
Sport - Olimpiadi invernali

Sono in corso a Pyeongchang i XXIII Giochi Olimpici Invernali: la più bella manifestazione sportiva per tutti gli amanti di neve e ghiaccio (che hanno deciso in questi giorni di “visitare” anche la nostra Italia, giusto per farci assaporare maggiormente il clima). E un’imperdibile vetrina per i marchi di tutto il mondo, che hanno così visibilità presso un enorme bacino potenziale di persone. E così ci capita di tifare alla tv per l’azzurro Peter Fill e di vedere spuntare il logo di Visa.

Una vetrina per i propri prodotti

La società americana di pagamenti è payment technology partner delle Olimpiadi 2018. Marchio che da anni supporta i giochi olimpici, sia estivi sia invernali, Visa ha deciso quest’anno di portare a Pyeongchang guanti, sticker e spille dotate di tecnologia NFC per i pagamenti contactless. Dei cosiddetti dispositivi indossabili, dati in dotazione agli atleti del Team Visa per i pagamenti in loco. E nel Team Visa, composto da atleti olimpici e paralimpici di ogni nazionalità supportati dal brand, c’è proprio anche il nostro Fill, a cui Visa, ahimè, non sembra aver portato molta fortuna.

Start Your Impossible

Anche Toyota ha deciso di investire in queste Olimpiadi invernali, anche se più che a Pyeongchang la casa automobilistica giapponese guarda ai Giochi estivi in patria nel 2020. Anche questo brand ha deciso di creare un proprio team, composto in Italia da nomi come Bebe Vio per la scherma, Ivan Zaytsev per il volley e Arianna Fontana per lo short track, fino a Gabriele Detti per il nuoto e Cappellini/Lanotte per il pattinaggio di figura. E di lanciare il proprio messaggio, non solo commerciale: Start Your Impossible, la volontà di supportare lo sviluppo di una società in cui il termine “mobilità” sia inteso come libertà di movimento per tutti.

Un messaggio sociale contro la discriminazione

E poi c’è Procter & Gamble, la holding di beni di consumo meglio conosciuta per i marchi Gillette, Dash, Duracell, Braun, Oral B, solo per citarne alcuni. Sponsor del Comitato Olimpico dal 2010, P&G ha lanciato fin da subito la campagna “Grazie di cuore, mamma” dedicata a tutte le “genitrici” che hanno reso gli atleti olimpici le persone che sono ora. Una campagna (se non ve la ricordate, andatevi a vedere i video su YouTube e preparate i fazzoletti per asciugare le lacrime) che ci ha commosso, fino alla declinazione “Amore oltre i pregiudizi” di quest’anno. L’azienda ha, inoltre, sviluppato la campagna in un’interessante ricerca sulla percezione del pregiudizio in Italia, realizzata da Kantar TNS.

Siamo certi che, alla fine di questo articolo, il tifo per i vostri beniamini alle Olimpiadi non sarà più lo stesso…

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento