meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 22°
Sab, 25/09/2021 - 16:20

data-top

sabato 25 settembre 2021 | ore 16:47

I Bonaparte a Turbigo e Galliate

Il 5 maggio, alle 18.30 presso il Ponte del Naviglio, lungo l’Alzaia di Turbigo, si darà l’avvio al progetto culturale 'I Bonaparte a Turbigo e Galliate'.
Eventi - Bonaparte a Turbigo e Galliate (Foto internet)

Il 5 maggio, alle 18.30 presso il Ponte del Naviglio, lungo l’Alzaia di Turbigo, si darà l’avvio al progetto culturale 'I Bonaparte a Turbigo e Galliate', una serie di eventi promossi dal Comune di Turbigo, dal Comune di Galliate e dall’Associazione Risorgimentale Turbigo 3 Giugno 1859, per ricordare gli scritti e le testimonianze storiche lasciate nella valle del Ticino nel XIX secolo. Gli eventi nascono in seguito al neonato protocollo d’intesa siglato dal Sindaco di Turbigo Christian Garavaglia e dal Sindaco di Galliate Claudiano Di Caprio ad aprile 2021. Entrambi i comuni sono sempre stati molto sensibili alla ricerca storica e alla volontà di mantenere viva la memoria degli eventi storici accaduti nei rispettivi territori, ma nell’anno 2021, l’occasione di ricordare il 160° Anniversario della dell’Unità d’Italia e il bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, avvenuta il 5 maggio 1821, ha dato nuovo impulso alla collaborazione fra i due comuni “di frontiera” per valorizzare l’identità culturale, storica e paesaggistica che videro le sponde del fiume Ticino e i centri cittadini di Turbigo e Galliate, coinvolti in prima linea nella Storia d'Italia e d'Europa nel corso nel XIX secolo. "La storia è passata da qui, dal Ticino, dal Naviglio, dal centro del nostro tessuto urbano e cittadino. Lo ricordo sempre con emozione e rispetto", così commenta il sindaco di Turbigo il carattere di questa iniziativa, poi prosegue raccontandoci gli eventi organizzati a Turbigo con la collaborazione di Daniele Solivardi dell’Associazione Risorgimentale Turbigo 3 Giugno 1859: "La passione di Solivardi è un importante stimolo per la ricerca storica e la commemorazione degli avvenimenti svoltisi a Turbigo nel XIX secolo. Oltre al ruolo del nostro paese nella seconda Guerra d’Indipendenza che era stato celebrato con il 150° anno della Battaglia di Magenta nel 2011, oggi emerge con più rilevanza anche la battaglia di Turbigo del 31 maggio 1800". A Turbigo, le iniziative partiranno, dunque, il 5 maggio, alle 18.30 prezzo l’Alzaia del Ponte del Naviglio con l’inaugurazione della posa del quadro “Passage de Tesin et prise de Turbigo par l’armèe de rèserve” realizzato appositamente per l'occasione dall'artista Stefano Villa, che mostrerà la fanteria francese intenta a respingere l'ultima carica della cavalleria austriaca sul ponte del Naviglio Grande. A rendere più solenne l’evento, che si svolgerà in forma statica, alla presenza delle sole autorità e rappresentanze locali come da normativa vigente, sarà presente anche il Corpo Bandistico Musicale 'La Cittadina' di Turbigo. L’assessore alla Cultura di Turbigo Marzia Artusi ricorda che: "A causa del Covid non è stato possibile organizzare eventi che prevedessero il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole, come invece avremmo voluto, ma proprio nella mattinata del 5 maggio, a scuola, tramite i propri insegnanti, i ragazzi delle classi dell’Istituto della Scuola Secondaria di primo grado riceveranno in dono la poesia del 'Il Cinque Maggio' di Alessandro Manzoni, con alcune curiosità sulle parole di Bonaparte". Gli eventi in programma sono davvero numerosi: webinar, conferenze e video-commenti alle immagini storiche, visite guidate alle sale espositive 'Ermanno Solivardi' dell’Associazione Risorgimentale Turbigo 3 Giugno 1859, fino alla posa di una stele-monumento in ricordo del capitano francese Ernest Vanéechout che sarà collocata all’Arbusta in Via del Gabbone durante il 2 giugno. Dato l’evolversi dell’emergenza epidemiologica in corso e le modalità di partecipazione previste dalle disposizioni normative, gli organizzatori hanno previsto eventi sia in presenza che a distanza, con collegamenti tramite le piattaforme digitali. Per ogni dettaglio rimandiamo al sito del Comune di Turbigo dove si possono trovare indicazioni e modalità di partecipazione. Le iniziative, che prevedono la collaborazione attiva di molte associazioni e realtà culturali e sociali di carattere locale e nazionale, quali l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci di Turbigo, l’Agenzia Turistica Locale di Novara e Associazione, il Coordinamento Nazionale Associazioni Rinascimentali 'Ferruccio', la banda 'La Cittadina' di Turbigo, la Pro Loco Turbigo, il VideoCineFotoClub 'Il Campanile' di Galliate, hanno ottenuto anche il patrocinio del Parco Lombardo della Valle del Ticino e dell’Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore, perché il carattere storico e ambientale del paesaggio che connota le sponde fluviali di Turbigo e Galliate è stato lo scenario storico nel quale si sono svolti la maggior parte degli eventi narrati.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento