meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Sab, 17/04/2021 - 01:20

data-top

sabato 17 aprile 2021 | ore 02:07

Negozi, scuole, spostamenti... ci risiamo

Lombardia pronta a tornare in 'zona rossa' (da lunedì 15 marzo). E, per l'ennesima volta, sarà la volta di capire cosa si potrà fare e cosa no. Ecco in sintesi i principali punti.
Territorio - Cosa si può fare e cosa no? (Foto internet)

Negozi, spostamenti, scuole, familiari, amici e limitazioni... ci risiamo. Di nuovo in 'zona rossa' (da lunedì 15 marzo) e di nuovo a dover capire che cosa si potrà fare e cosa, invece, no, quali attività commerciali resteranno aperte e quali dovranno abbassare la serranda, se ci sarà la possibilità di andare a trovare un parente o meno e via dicendo. Servirebbe, forse, un vero e proprio libretto delle istruzioni, perché passano le settimane, i mesi e i giorni, ma dopo un anno eccoci ancora qui a districarci tra restrizioni, dubbi e domande. Proviamo, allora, a sintetizzare quanto accadrà, per l'ennesima volta, con l'inizio della settimana.

SPOSTAMENTI - È vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori in zona rossa nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Sono consentiti gli spostamenti necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita.
SCUOLA - Sono sospese le attività dei servizi educativi dell’infanzia.
Le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgono esclusivamente con modalità a distanza. Resta la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o in caso di alunni con disabilità e bisogni educativi speciali. È sospesa la frequenza delle attività universitarie. Possono proseguire in presenza i corsi per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione in medicina generale, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie.
NEGOZI - Restano aperti: Supermercati e tutti i negozi di prodotti e generi alimentari, Farmacie e parafarmacie, Erboristerie, Tabaccai, Benzinai, Negozi di saponi e detersivi, Negozi di elettronica, di elettrodomestici, di apparecchiature informatiche e telecomunicazioni, Librerie, Edicole, Cartolerie, Negozi per bambini e neonati, Profumerie, Negozi di biancheria personale, Negozi specializzati in articoli sportivi, Negozi di autoveicoli, motocicli e relativi parti ed accessori, Fioristi, vivai e negozi di prodotti per il giardinaggio e per l’agricoltura, Ottici, Fotografi, Lavanderie, Ferramenta, negozi di vernici e materiali da costruzione, Negozi di articoli igienico-sanitari, articoli medicali e ortopedici, Negozi per l’illuminazione e i sistemi di sicurezza, Negozi di articoli per gli animali, Negozi di articoli funerari e cimiteriali, Rimangono attivi i distributori automatici, Sempre permessi gli acquisti via internet, per televisione, per corrispondenza, radio e telefono. Chiusi I mercati, salvo le attività di generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici; Chiusi Parrucchieri ed estetiste.
RISTORANTI E BAR - Sono sospese le attività di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense, del catering continuativo su base contrattuale e dei servizi di ristorazione presenti in autogrill, stazioni, aereoporti, ospedali. Consentita la consegna a domicilio. Consentito l’asporto per i ristoranti fino alle 22, per bar e locali fino alle 18. Sempre vietato il consumo sul posto e nelle vicinanze di bar e ristoranti. Rimangono aperti i servizi di ristorazione negli alberghi, limitatamente ai clienti ivi alloggiati.
SPORT - È consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione purché nel rispetto della distanza di almeno 1 m da ogni persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie. È altresì consentito lo svolgimento di attività sportiva esclusivamente all’aperto e in forma individuale.
MUSEI E LUOGHI DI CULTURA - Sono sospese le mostre. Chiusi i musei e gli istituti di cultura. Aperte Le biblioteche e gli archivi con ingressi contingentati e su prenotazione.
TEATRI E CINEMA - Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, in club o locali assimilabili. Sono sospesi gli spettacoli anche negli spazi all’aperto. Il 27 marzo, dove era previsto, non riapriranno cinema e teatri.
LAVORO - È consigliato limitare la presenza del personale nei luoghi di lavoro (sia pubblici che privati) per assicurare esclusivamente le attività ritenute indifferibili e che richiedono necessariamente tale presenza.
Il 3, il 4 ed il 5 aprile - Tutta l’Italia sarà in zona rossa.
Sarà possibile spostarsi all’interno della propria regione verso una sola abitazione privata, una sola volta al giorno, per un massimo di 2 persone (minori, disabili e persone non autosufficienti sono escluse dal conteggio).

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento