meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Dom, 28/11/2021 - 16:20

data-top

domenica 28 novembre 2021 | ore 16:16

Le piante anti-stress

Avete mai pensato a una pianta come alleata contro lo stress da pandemia? Ecco i motivi e quali specie mettere in salotto o in studio.
Ambiente - Piante anti stress (foto internet)

Tutti noi ormai passiamo la maggior parte del tempo in casa, luogo in cui non solo viviamo, ma lavoriamo anche. Come poter fare per renderlo più confortevole e soprattutto sano? Grazie alle piante. Già, è ormai noto che le piante aiutino a purificare l’aria e siano in grado di eliminare le tossine, grazie al processo chimico chiamato fotosintesi clorofilliana.
Non tutti sanno, invece, che riescono anche ad aumentare l’umidità dell’aria, rendendo l’ambiente più respirabile. L’umidità ideale in casa è tra il 30% e il 60%, mentre negli uffici è al 20%. Come può contribuire a questo una pianta? Una parte dell’acqua serve a essa per idratare le proprie cellule, la restante evapora attraverso le foglie.
Tra gli altri benefici, le piante riescono a ripulire l'aria dalle scorie, riducendo per esempio l’ozono generato dai dispositivi elettronici, come smartphone, computer e stampanti.
Quindi, è definitivo: le piante possono essere vere e proprie alleate del nostro vissuto quotidiano. Oltre ai vantaggi relativi al benessere fisico, non dobbiamo dimenticarci che le piante rendono più felici e aiutano a eliminare lo stress. La famosa giornalista danese Helen Russel ha dimostrato questa teoria nella sua tesi di dottorato: le persone che si circondano di piante si riprendono più rapidamente da situazioni mentalmente affaticanti e stressanti.
Ultimo, ma non per importanza, le piante aumentano la concentrazione. Chi vive in una piccola giungla urbana, potrà raggiungere più facilmente alti livelli di concentrazione. Perché? Questo beneficio viene attribuito alla capacità delle piante di ridurre l’eccesso di anidride carbonica presente nell’aria.
Ma quali piante mettere nel nostro studio o in salotto? Magalì, Plant Expert di Colvin, ci illustra quali scegliere e i vantaggi di ciascuna.

Zamioculcas Zamiifolia (ZZ plant)
Essendo originaria dell'Africa, la sua temperatura ideale è tra i 15 e i 24ºC, perciò non sopporta il freddo. I suoi benefici? Purifica l'aria, eliminando il benzeno e il formaldeide e mantiene la casa pulita e profumata.

Sansevieria Zeylanica
È una pianta molto versatile: può stare a una temperatura tra i 5 e i 26ºC! Tollera persino le correnti d'aria. In casa, è un'alleata essenziale: ossigena l'ambiente e fa da filtro agli elementi tossici presenti nell'aria.

Calathea Ornata
Apprezza gli ambienti umidi e una temperatura tra i e 16 e i 20ºC. Non le piace stare in mezzo alla corrente o a repentini cambi d'aria. I suoi benefici? Riduce lo stress, in quanto aiuta a farti sentire meglio e più felice. Aumenta le tue potenzialità, rendendoti una persona più produttiva e creativa.

Ficus Lyrata
La sua temperatura ideale è tra i 18 e i 24ºC. Deve stare lontana da caloriferi e correnti d'aria. Non apprezza il freddo e gli ambienti dove vi siano meno di 13ºC. I benefici? È un insonorizzatore naturale. Riduce l'inquinamento acustico fino a 5 decibel.

Cordyline Australis
Sarà molto contenta se la si mantiene tra i 7 e i 24 gradi. Gestisce molto bene gli sbalzi di temperatura e non le dispiace l'aria secca. I benefici? Rende allegri. Ti sentirai più felice, vedrai come influenzerà positivamente il tuo umore. Riduce lo stress e contribuisce a portar pace nell'ambiente.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento