meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto 13°
Sab, 24/10/2020 - 01:50

data-top

sabato 24 ottobre 2020 | ore 02:32

Votare al tempo del Covid

Referendum, Regionali e Comunali: a causa dell'emergenza Coronavirus, inevitabilmente, ci saranno delle misure e indicazioni per quanto riguarda i seggi e per chi è in quarantena.
Politica - Votare al tempo del Covid (Foto internet)

Referendum, Regionali e Comunali... votare al tempo del Covid. Perché, inevitabilmente, la pandemia e l'emergenza con la quale tutti noi ci stiamo confrontando, porteranno delle fondamentali e necessarie novità e misure anche per quanto riguarda i seggi. E, allora, quali sono le indicazioni che gli elettori dovranno tenere bene a mente il 20 e 21 settembre, appunto al momento di recarsi alle urne? Innanzitutto, non si potrà entrare nelle strutture adibiti al voto qualora si abbia la temperatura corporea maggiore di 37,5 gradi, quindi se si è stati in quarantena oppure isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni e se si sono avuti contatti con persone positive, sempre negli ultimi 14 giorni. Ancora, prima di accedere, è importante indossare la mascherina, igienizzare le mani, seguire le varie informazioni in merito al percorso da fare per l'entrata e l'uscita (separate tra loro), evitare di creare assembramenti (rispettando la distanza di almeno 1 metro) e aspettare il proprio turno all'esterno. Mentre, una volta dentro, bisognerà continuare a tenere la mascherina e a disinfettare le mani; e, quando sarà il momento di votare, servirà consegnare il documento d'identità, togliendosi, solo per qualche istante, il dispositivo di protezione individuale (per farsi riconoscere), ma mantenendo la distanza di 2 metri da presidenti e scrutatori e igienizzando di nuovo le mani per ricevere la scheda e la matita. Infine, concluse le operazioni di voto, si consiglia di lavare ancora una volta le mani. E quei cittadini che sono sottoposti a trattamento domiciliare e che si trovano in quarantena o isolamento fiduciario? Potranno votare presso la propria abitazione, facendo pervenire al Comune una dichiarazione di attestazione di volontà per esprimere, appunto, il voto a casa.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento