meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia 23°
Lun, 03/08/2020 - 15:50

data-top

lunedì 03 agosto 2020 | ore 16:52

Robecco: aumentano i divieti

Sempre più divieti in via Ripa Naviglio a Robecco. A farne le spese sono i ciclisti e coloro che amavano prendere il sole lungo l’imbarcadero.
Robecco - Sempre più divieti lungo il Naviglio.

Sempre più divieti in via Ripa Naviglio a Robecco. A farne le spese sono i ciclisti e coloro che amavano prendere il sole lungo l’imbarcadero. Da domenica non è più possibile. La Polizia locale ha provveduto a delimitare con del nastro le aree di accesso all’imbarcadero in modo che i passanti non possano entrarvi. Naturalmente resta il divieto di balneazione, ma questo su tutto il Naviglio Grande. Per i ciclisti via Ripa Naviglio, all’incirca 400 metri che vanno dal ponte sulla SS 526 al vecchio ponte degli scalini, sarà percorribile ma soltanto con la bicicletta alla mano. Un divieto che non piace a tutti, in primis all’ex ciclista professionista Andrea Noè che sulla sua pagina facebook ha sbottato: “Quando non sono in grado di controllare si mettono divieti. Bye Bye Robecco”. Una misura, quest’ultima dettata da motivi di sicurezza. Spesso i ciclisti entrano a velocità sostenuta in via Ripa Naviglio con il rischio di investire qualcuno. Quanto al divieto di prendere il sole esiste un decoro da rispettare in una zona che non è una spiaggia, ma un’area storica tra ville antiche. “Vengo spesso da queste parti in bicicletta – commentava un ciclista di Milano – è bellissima Robecco e sono favorevole ai divieti che hanno messo perché garantiscono sicurezza”. Insomma, non ci sarà più spazio per gli assembramenti sull’imbarcadero grazie a questo divieto. Chi controllerà? La Polizia locale e alcuni volontari incaricati. Naturalmente ci saranno parecchi momenti in cui la zona sarà scoperta e allora non si potrà che auspicare l’uso del buon senso da parte di tutti.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento