meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 28°
Mar, 04/08/2020 - 17:50

data-top

martedì 04 agosto 2020 | ore 18:45

Carlo Acutis sarà beato il 10 ottobre ad Assisi

Il giovane monzese è già stato indicato come patrono di Internet e dei giovani.
Sociale - Carlo Acutis sarà beato (foto internet)

La diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino e di Milano sono in festa per la notizia della beatificazione del venerabile Carlo Acutis che avverrà ad Assisi sabato 10 ottobre, alle 16, nella basilica papale di San Francesco. “La gioia che da tempo stiamo aspettando ha finalmente una data – afferma il vescovo Domenico Sorrentino – Parliamo della beatificazione del venerabile Carlo Acutis. Noti alcuni suoi ‘slogan’: ‘Non io ma Dio’, ‘Tutti nasciamo originali, molti moriamo fotocopie’. ‘L’Eucaristia è la mia autostrada per il cielo’. Al Santuario della Spogliazione - conferma la diocesi - Carlo sta già attirando migliaia di giovani e devoti da tutto il mondo. “Mi auguro - conclude monsignor Domenico Sorrentino - che la sua beatificazione possa farne ancor più un punto di riferimento e un incoraggiamento alla santità. Essa è vocazione per tutti. Anche per i giovani”. Acutis è uno dei giovani indicati da Papa Francesco come modelli nella Christus vivit, insieme a tre italiani (san Domenico Savio e i beati Piergiorgio Frassati e Chiara Badano) e altre figure, europee ed extraeuropee. In virtù della sua buona frequentazione della Rete è stato proposto come patrono di Internet. Carlo Acutis è morto il 12 ottobre 2006 a Monza; aveva 15 anni ed è spirato a causa di una leucemia fulminante. Una tragedia, umanamente parlando. Una fine assurda per la repentinità e per la parabola che si veniva ad interrompere.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento