meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 23°
Mar, 11/08/2020 - 08:20

data-top

martedì 11 agosto 2020 | ore 08:58

“È necessario spostarmi?”

In questi giorni, in molti chiedono se sia lecito viaggiare in auto con altre persone e se anche sul veicolo debba essere osservata la distanza di sicurezza.
Cronaca - Controlli Covid-19 della Polizia di Stato (foto internet)

“E per i singoli casi che ci interrogano basta che ciascuno risponda alla domanda “È davvero necessario spostarmi?” La risposta la conosciamo noi e non il poliziotto che ci ferma per il controllo. E deve essere la risposta di un singolo che si sente tutt’uno con gli altri e che antepone il bene comune al proprio”. In questi giorni di quarantena, di limitazione alle proprie libertà personali, di stravolgimento totale della propria vita e delle proprie priorità, ci siamo interrogati spesso, tutti noi, sulle regole di questo lockdown. Spesso non arrivando a comprendere fino in fondo indicazioni a volte controverse, a volte confuse, molto spesso travisate. Queste frasi tra virgolette campeggiano nella sezione dedicata al Covid-19 del sito web della Polizia di Stato e dovrebbero essere un mantra per tutti noi, che dovremmo comprendere bene le regole che ci sono state date ed essere consapevoli dei nostri doveri, ma anche dei nostri diritti. In questi giorni, in molti chiedono se sia lecito viaggiare in auto con altre persone e se anche sul veicolo debba essere osservata la distanza di sicurezza, segnalandoci fermi da parte delle forze dell’ordine e multe comminate a chi non rispetta la distanza di 1 metro all’interno dell’automobile. Abbiamo, quindi, chiamato la Polizia Stradale per chiedere informazioni (una buona pratica per tutti noi cittadini: se avete qualche dubbio, non esitate a telefonare alle nostre forze dell’ordine per chiedere quali siano i migliori comportamenti da adottare!): ci hanno confermato che, per persone appartenenti allo stesso nucleo familiare o comunque conviventi, il rispetto della distanza di sicurezza di 1 metro non è dovuto. “Le auto possono essere utilizzate da più passeggeri solo se si rispetta la distanza minima di un metro. Non è possibile andare in due in moto, non essendo possibile la distanza minima di un metro. Questi limiti non valgono se i mezzi sono utilizzati solo da persone conviventi” si legge anche sul sito governo.it, che ha pubblicato le risposte alle domande più comuni sul cosiddetto Decreto #IoRestoaCasa. Attenzione, però: il fatto di essere accompagnati in macchina deve essere in qualche modo necessario e giustificato e lo spostamento deve essere dettato da motivi lavorativi o di comprovata necessità o esigenze di salute.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento