meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 14°
Lun, 25/05/2020 - 06:50

data-top

lunedì 25 maggio 2020 | ore 07:08

"Tamponi obbligatori per tutti i lavoratori a contatto con gli ospedali"

Vulcano afferma che ci sono persone oggi in malattia che rientreranno al lavoro nei prossimi giorni senza alcuna certezza di non avere contratto il virus.
Magenta - Ospedale Fornaroli

“Le istituzioni rendano obbligatori i tamponi per tutti i lavoratori che entrano in contatto con gli ospedali”. A dirlo è Manuel Vulcano dei CUB di Magenta che aggiunge: “Come possiamo fermare il corona virus se non in questo modo? Non mi riferisco solo a medici e infermieri, ma a tutti i lavoratori, dalle pulizie alla ristorazione, che per quattro soldi mettono a rischio ogni giorno la propria vita per garantire servizi essenziali alla tenuta del sistema sanitario”.

Vulcano afferma che ci sono persone oggi in malattia che rientreranno al lavoro nei prossimi giorni senza alcuna certezza di non avere contratto il virus poiché non vengono fatti i tamponi. Queste persone potrebbero rientrare e contagiare altre persone così come le persone oggi al lavoro potrebbero essere positive e dunque diventare un problema anche per le loro famiglie.

“Le lavoratrici ed i lavoratori sono stanchi di rischiare, - conclude - sono spesso caricati di turni insopportabili e talvolta senza neanche i dispositivi di protezione adeguati. Questo è il risultato della distruzione del sistema sanitario pubblico a favore di quello privato negli ultimi trent'anni e di una gestione dell'emergenza fortemente inadeguata nella nostra regione. Battano un colpo le istituzioni e dispongano l'obbligatorietà dei tamponi cominciando da tutti i lavoratori a contatto con gli ospedali. Abbiamo già avuto troppi morti e non c'è bisogno di altri martiri o di eroi”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento