meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 10°
Gio, 09/04/2020 - 22:50

data-top

giovedì 09 aprile 2020 | ore 23:02

Generazione... Maldini

Prima nonno Cesare, poi papà Paolo e adesso anche lui, Daniel. Un altro Maldini ha debuttato in serie A, neanche a dirlo con il Milan. La favola che continua...
Sport - Cesare, Paolo e Daniel Maldini (Foto internet)

I colori sulla maglia, alla fine, non potevano che essere il rosso e il nero; quel nome, poi, stampato dietro che ha scritto pagine e pagine importanti del calcio italiano e mondiale. Perché chi l’ha detto che i protagonisti delle favole sono sempre e soltanto principi azzurri, principesse, cavalieri o personaggi particolari e, soprattutto, che queste sono unicamente frutto della fantasia? Beh… a volte arrivano anche dalla realtà e sono fatte di persone in carne ed ossa. Tale padre, tale figlio e, adesso, tale nipote, insomma, per quella che è già stata ribattezza (e, in fondo, diversamente, non potrebbe essere) la ‘generazione Maldini’. Già, il sogno che continua, così, dopo l’esordio nel lontano 1953 di Cesare (con la Triestina, passando, successivamente, in rossonero e diventando una vera e propria bandiera) e, quindi, la ‘prima volta’ di Paolo nel 1985, ecco che, nei giorni scorsi, c’è stato il debutto in serie A pure di Daniel (nipote di Cesare e figlio di Paolo), ovviamente (neanche a dirlo) con il Milan, la società dove, appunto, i primi due Maldini sono stati simboli, esempi, punti di riferimento e dove entrambi hanno conquistato trofei su trofei, entrando di diritto nella lista dei migliori calciatori nazionali ed internazionali. E, allora, diteci ancora che il mondo del pallone non è più capace di regalare emozioni; lo fa, eccome, anzi lo ha fatto (di nuovo), stavolta con i tanti tifosi del ‘Diavolo’, ma, più in generale, con tutti gli appassionati di questo sport. Perché, in fondo, simili momenti vanno al di là di quella che è la fede calcistica di ognuno di noi.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento