meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia 10°
Sab, 23/11/2019 - 00:50

data-top

sabato 23 novembre 2019 | ore 01:12

Branduardi per l'Amazzonia

Il noto 'menestrello' di origini cuggionesi si unisce al coro disperato per salvare l'Amazzonia dalle fiamme e lo fa a suo modo, rievocando una sua canzone scritta circa 20 anni fa.
Cuggiono - Angelo Branduardi in concerto

(VIDEO) Il noto 'menestrello' di origini cuggionesi si unisce al coro disperato per salvare l'Amazzonia dalle fiamme e lo fa a suo modo, rievocando una sua canzone scritta circa 20 anni fa. Ecco il testo ed il video che invitano tutti a riflettere:

"È finita la frutta,
solo polvere per noi.
È finita la frutta,
solo cenere negli occhi.
Quello che ora noi mangiamo
non è mandarino,
non è mango,
non è papaia,
non è melone giallo.
Sono finiti gli alberi,
solo polvere per noi.
Solo cenere in bocca,
son finiti i gelsomini.
Sono finiti gli uccelli,
solo polvere per noi.
Solo cenere in bocca,
son finiti gli animali.
È finito anche il vento,
solo polvere per noi.
Solo cenere in bocca,
qui è finita anche la pioggia."
(Zappa - Branduardi)

Angelo Branduardi
Nasce a Cuggiono, alle porte di Milano, il 12 febbraio 1950. Da giovane si trasferisce, al seguito della famiglia, a Genova, dove conosce l’ambiente musicale della scuola genovese che rappresenterà un importante stimolo per la sua attività artistica. Rimane fortemente influenzato anche dalla musica d’Oltremanica, tanto da citare tutt’oggi Donovan e Cat Stevens fra i propri idoli musicali. Volendo intraprendere una carriera concertistica, inizia lo studio di violino, diplomandosi al conservatorio di Genova all’età di soli 16 anni (tra i più giovani diplomati al conservatorio d’Italia). L’elezione al Soglio Pontificio di Papa Bergoglio, che da San Francesco ha preso il nome e che al suo insegnamento ha improntato la sua azione pastorale, ha risvegliato il desiderio del cantautore di riportare all’attenzione del pubblico i due lavori precedenti, nel segno di quella Misericordia che “rende l’uomo capace di lode a Dio”. Angelo Branduardi è stato, ed è tutt’ora, molto apprezzato in Germania, Francia, Belgio, Olanda, Svizzera e tanti altri Paesi europei ed extraeuropei, come dimostrano ogni anno le sue seguitissime tournèe.