meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Gio, 21/11/2019 - 08:50

data-top

giovedì 21 novembre 2019 | ore 09:54

"Vener venga reintegrato"

L'assessore Soldadino, con Mastelli e Vener, ha chiesto al sindaco Perletti di ridare la carica di vicesindaco e le deleghe, revocate il 3 giugno, proprio allo stesso Vener.
Cuggiono - Villa Annoni

Non si sono ricomposti i dissidi all'interno dell’Amministrazione comunale di Cuggiono, i cui contrasti hanno suscitato la presa di posizione di una parte della stessa maggioranza e delle opposizioni. La lista civica Agorà ha dichiarato di essere pronta “A creare un asse con tutte le forze consiliari per portare al termine questa esperienza amministrativa”; la nota arriva a pochi giorni di distanza da quella divulgata da Cuggiono Democratica, intenzionata a presentare una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Maria Teresa Perletti. Quest’ultima non pare preoccupata per le iniziative dell’opposizione. “Stiamo continuando a lavorare - afferma, infatti, il primo cittadino - L’Amministrazione non si ferma, anche se è cambiato il vicesindaco”. Tuttavia il sindaco non dovrebbe sottovalutare i malumori della stessa maggioranza. Martedì 18 giugno è stata, altresì, protocollata una lettera, diretta al primo cittadino e firmata da Giuliana Soldadino, Cristian Vener e Carlotta Mastelli, per chiedere il reintegro di Vener nel ruolo di vice entro il 26 del mese. L’assessore Soldadino ha commentato: “Non ci sono state discussioni in maggioranza in merito alla revoca delle deleghe di Cristian Vener; chiediamo perciò un confronto aperto e una maggiore condivisione delle scelte. Siamo stati votati con un mandato preciso, il nostro programma elettorale deve essere portato avanti con celerità e precisione”. Nel caso in cui il sindaco dovesse reintegrare Vener, il gruppo di Forza Italia e di Fratelli d'Italia chiederebbe comunque un più ampio confronto sulle scelte amministrative. In caso contrario, cioè se la risposta di Perletti fosse negativa o non arrivasse entro la data indicata, “Ne prenderemo atto e agiremo di conseguenza - conclude Soldadino".

Invia nuovo commento