meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Gio, 21/11/2019 - 08:50

data-top

giovedì 21 novembre 2019 | ore 09:01

Campionato Italiano Motocross d’Epoca

La manifestazione è stata un'occasione, per gli amanti delle due ruote, per scoprire dei fuoristrada d'epoca, ma ancora attuali e in grado di sostenere una gara ricca di sorprese.
Tempo libero - Motori - campionato motocross d'epoca

E' andata in scena domenica 14 aprile la prima prova del Campionato Italiano Motocross d'epoca sulla storica e sempre affascinante pista della Malpensa. Un campionato ricco di passione, di storia fatta di moto con più di trent'anni, emozioni che si respirano insieme al profumo dell'olio bruciato nella ormai anacronistica miscela. Più di 200 piloti al via, divisi in categorie per cilindrata e, naturalmente, per anno di produzione della moto.
Gare vere, dove le 'arzille vecchiette' vengono spremute e messe alla prova come ai loro bei tempi, spesso dagli stessi piloti di un tempo; non mancano però, fortunatamente, intrusioni di giovani che, dopo essersi appassionati alle moto d’epoca e nello specifico da fuoristrada, hanno iniziato anche a portarle davvero nel loro habitat naturale: la pista da cross.
Numerosi gli ex piloti che trovano una seconda gioventù, perché in fondo la passione non ha età. Tra questi anche il cuggionese Roberto Carnaghi, che da due anni partecipa al Campionato con una Honda CR250 del 1986, la stessa che portava in gara con buoni risultati più di trent'anni fa. Uno stop di 25 anni che ha tenuto sopita la brace sotto la cenere, però il suo ardore, fatto di fango e tassello, ha ricominciato a bruciare vivo e caldo. I giovani delle nostre zone sono stati ben rappresentati anche da Simone Colombo di Ossona, il quale gareggia di solito con moto moderne, dove ottiene da anni ottimi risultati, ma ha partecipato anche a questa avventura nel Cross d'Epoca con una Honda CR125 del 1988.
Una gara graziata dalle condizioni meteo; l'abbondante pioggia della notte ha lasciato solo tanto fango nelle prove del mattino, mentre solo qualche goccia d'acqua è caduta nel pomeriggio, senza compromettere minimamente le gare, che nel frattempo hanno potuto godere di un tracciato sempre più asciutto e performante. Moto bellissime a sfidarsi nei salti ed è stato emozionante, soprattutto per chi ha i capelli bianchi; rivedere in pista pezzi pregiati del cross italiano e internazionale, solo passeggiare nei paddock e perdersi nei dettagli di moto all'avanguardia oggi come allora, a volte attuali in soluzioni tecniche o bellezza stilistica.
Insomma, una manifestazione capace di stupire chi non conosceva la storia del cross e di far scendere una nostalgica lacrima a chi invece l'ha vissuta e la ricorda con malinconia.
Per gustarvi con gli occhi le immagini della gara, potete consultare la ricca gallery pubblicata da www.amotomio.it.

Invia nuovo commento