meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 12°
Mer, 20/11/2019 - 11:50

data-top

mercoledì 20 novembre 2019 | ore 12:54

I bimbi di terza alla scoperta dei rifiuti

Il progetto 'Caccia Grossa': educazione civica – ecologica con la Polizia locale. E mercoledì i ragazzi hanno visitato un'azienda di riciclaggio e recupero del vetro.
Castano Primo - Un momento della visita alla 'Tecno Recuperi' di Gerenzano

A volerla riassumere, la si potrebbe intitolare ‘Dai banchi di scuola direttamente in fabbrica’; ma l’iniziativa, alla fine, è molto e molto di più. Che cosa sono i rifiuti? Come vengono conferiti e con quali modalità? Soprattutto, che fine fanno una volta raccolti? Senza ovviamente dimenticare le azioni che ciascuno di noi, dai piccoli ai grandi, possiamo mettere in campo per la cura e la salvaguardia dell’ambiente e del territorio che ci circonda. Su forza… tutti insieme, per ‘toccare con mano’, appunto, quanto approfondito e studiato nei mesi scorsi in classe. L’hanno chiamato ‘Caccia Grossa’, il progetto di educazione civica – ecologica (inserito nel percorso ‘Io Cittadino’) che ha visto protagonisti, da una parte gli alunni delle classi terze elementari dell’istituto comprensivo ‘Falcone e Borsellino’, dall’altra gli agenti della Polizia locale e l’Amministrazione comunale. L’occasione, insomma, per confrontarsi, riflettere e capire ancora meglio e nei minimi particolari le singole situazioni che, in fondo, sono la quotidianità. E per farlo, come detto, accanto alle più tradizionali e classiche lezioni in aula, ecco la visita ad una vera e propria azienda del settore. Si va, allora, perché l’appuntamento è alla ‘Tecno Recuperi’ di Gerenzano (in provincia di Varese). “Un momento importante per i ‘nostri’ giovani studenti – ha commentato l’assessore Luca Fusetti – Un conto, infatti, è ascoltare le spiegazioni a voce, un altro, invece, è vedere da vicino e in prima persona come avviene la lavorazione dei rifiuti ed i vari passaggi che le realtà specializzate svolgono. E’ stato un appuntamento davvero significativo, durante il quale abbiamo voluto focalizzare le attenzioni sul riciclaggio ed il recupero del vetro. Nello specifico, è stato mostrato dove finisce il materiale differenziato di Castano e come, appunto, il vetro abbia una vita quasi infinita. Un’ulteriore opportunità di crescita e formazione per i ragazzi, che ho fortemente voluto insieme all’agente Patrizia Boioli, a cui va un grande grazie per l’attività portata avanti nel corso dell’intero anno scolastico. Ma, ci tengo a sottolineare, che non finisce qui, in quanto c’è l’intenzione di organizzare una seconda uscita, stavolta per quanto concerne l’indifferenziato”.

Invia nuovo commento