meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, temporali 16°
Ven, 26/04/2019 - 11:20

data-top

venerdì 26 aprile 2019 | ore 11:39

Colombo lascia la giunta

Maria Colombo si è dimessa dalla carica di vicesindaco (per motivi personali), continuerà nel suo percorso come consigliere. "Due anni e mezzo di grandi soddisfazioni e risultati".
Turbigo - Maria Colombo (Foto d'archivio)

Diciamolo subito, non è di certo una sorpresa, perché, in fondo, se ne stava parlando ormai da qualche tempo, ma adesso c’è anche la conferma. Maria Colombo lascia, ufficialmente, la carica di vicesindaco, ruolo che ha ricoperto per due anni e mezzo, da quando cioé nel 2016 era stata eletta con la coalizione, guidata dall’attuale primo cittadino Christian Garavaglia e che comprendeva al suo interno Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia e Insieme per Turbigo. “Ho dato le dimissioni – spiega la stessa Colombo – Una decisione dettata da motivi personali e che mi hanno portato, dunque, a fermarmi. Permettetemi un ringraziamento particolare a tutta la squadra di governo con la quale ho lavorato in questo periodo, ho trovato persone di grandi qualità professionali ed umane; io, praticamente nuova in un gruppo già rodato, ho fin da subito ricevuto tanta disponibilità e collaborazione. Dal primo all’ultimo componente della giunta e dell’Amministrazione comunale intera, sono stati fondamentali per farmi entrare sempre di più nel meccanismo della macchina comunale. Poi, ovviamente, un grazie va agli uffici ed ai dipendenti, sia quelli con cui ho lavorato in maniera diretta per quanto concerne gli assessorati che avevo in carica, sia gli altri, perché sono davvero persone che mettono impegno, passione e dedizione in ogni singola attività”. Due anni e mezzo, dunque, tra le fila della maggioranza in consiglio comunale. “Un’esperienza importante che mi ha fatto crescere ulteriormente – continua – I progetti portati avanti sono stati differenti: per citarne alcuni, il controllo del vicinato, i varchi, ancora i servizi di prevenzione, controllo e repressione che quotidianamente i nostri agenti di Polizia locale mettono in campo. Il personale presente al comando è un vero e proprio punto di riferimento per il territorio e per la cittadinanza. Quindi, il commercio, per il quale si è cercato di creare un rapporto ancora più stretto e diretto con gli esercizi commerciali turbighesi e con le realtà produttive; ci sono stati nuovi insediamenti e ulteriori contatti con aziende interessate a venire a Turbigo sono attualmente in essere. Senza dimenticare, la collaborazione con altri assessorati, ad esempio, per cercare di valorizzare e stare accanto all'importante realtà dell'oratorio oppure la promozione di campagne di prevenzione per il presente ed il futuro (con Salute Donna Onlus). Beh… se mi chiedete, qualora tornassi indietro, se rifarei lo stesso percorso, la mia risposta è sì e anche se ora si chiude questa parentesi, non è detto che in futuro non possa riaprirsi. Lascio, insomma, la carica di vicesindaco, però continuerò a dare il mio contributo come consigliere, tra le fila della Lega Nord, nella massima assise cittadina. In ultimo, permettetemi di fare gli auguri di buon lavoro a chi prenderà il mio posto”. Già, il successore, la domanda che si stanno facendo in molti è solo e soltanto una: chi sarà? Alla fine, i beni informati dicono che sia già stato individuato, però bisognerà attendere ancora qualche giorno, o settimana, prima dell’ufficializzazione e del passaggio di consegne.

Invia nuovo commento