meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Alcune nuvole 25°
Dom, 27/05/2018 - 11:20

data-top

domenica 27 maggio 2018 | ore 11:55

AILA e Comune si incontrano

Dopo il sopralluogo in paese per quanto concerne disabilità e barriere architettonice, AILA e Amministrazione comunale si sono incontrate. Presenti anche le Ferrovie.
Turbigo - Dopo l'incontro, si è svolto un sopralluogo in stazione

L'incontro in sala vetrate: c’erano il sindaco Christian Garavaglia, il vice Maria Colombo, gli assessori Marzia Artusi e Manila Leoni, quindi la presidente di AILA (Associazione Italiana Lotta Abusi) Ada Orsatti e il referente del Castanese Filippo Capestrano, oltre al comandante della Polizia Locale di Turbigo, Fabrizio Rudoni, a due collaboratori di FerrovieNord e ad un rappresentante dell’ufficio lavori pubblici comunale. Un momento di confronto, dopo il sopralluogo effettuato dalla stessa associazione in paese in materia di disabilità e barriere architettoniche, per meglio capire l’attuale situazione. “Attendiamo ora di vedere l’evolversi rispetto a ciò che è stato detto - commenta Ada Orsatti - Se da una parte, per quanto concerne le rampe realizzate lungo le strade rispettano le normative, in parallelo però ci sono altre problematiche evidenti che vanno risolte. Innazitutto i percorsi loges che mancano o ancora, ad esempio, nell’ex palazzo Municipale (la ‘casa delle associazioni’) l’ascensore è privo del sintetizzatore vocale per i non vedenti. Sempre riguardo questa struttura, è vero che c’è l’accesso sul retro alle persone diversamente abili, ma servirebbe installare una segnaletica che lo indichi in maniera precisa. Fino alla sicurezza lungo le sponde del Naviglio (in certi punti ci sono le protezioni, in altri mancano), oppure agli accorgimenti necessari e fondamentali che servono alla stazione ferroviaria”. “Un appuntamento per ragionare e analizzare insieme le diverse realtà - continua il sindaco Christian Garavaglia - Per quanto riguarda gli interventi ‘ex novo’ (le rampe, tanto per intenderci), sono stati realizzati rispettando le normative, proprio nell’ottica di un paese che sia accessibile a tutti; sui cosiddetti ‘vecchi’ edifici, i lavori ovviamente sono più graduali, ma da parte nostra c’è la massima attenzione per il tema disabilità e barriere architettoniche”. “Come FerrovieNord - concludono - c’è la piena collaborazione con AILA, appunto per risolvere le problematiche riscontrate in stazione. I piccoli accorgimenti sono già stati messi in previsione (accesso al marciapiede sul lato destro o ‘stop’ tattile, per citarne alcuni), mentre le opere più significative, ovviamente, richiedono maggiori tempistiche, ma è un nostro obiettivo che le varie situazioni, così a Turbigo come nelle altre stazioni, vengano risolte”.

Invia nuovo commento