meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 14°
Dom, 27/09/2020 - 20:20

data-top

domenica 27 settembre 2020 | ore 20:41

Fermato 'pusher dei boschi'

Soprannominato 'il piccolo', è stato scoperto e bloccato dagli agenti del commissariato della Polizia di Stato, tra Busto Arsizio e Buscate. E' un marocchino di 22 anni.
Busto Arsizio - Polizia di Stato

E' conosciuto come 'il piccolo', soprannome che con ogni probabilità gli è stato dato vista la giovane età (solo 22 anni), ma nonostante questo è già un volto noto alle Forze dell'ordine per l'attività di spaccio. Un altro pusher dei boschi è stato arrestato nei giorni scorsi dagli agenti del commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio. L'hanno scoperto tra Busto e Buscate, nella zona convenzionalmente indicata come 'le pannocchie'. Erano circa le 14.30 quando la volante ha notato il tipico via vai di macchine che si fermavano a bordo strada e di persone che si inoltravano a piedi nel bosco per uscirne dopo pochi minuti. Così, dopo aver percorso a piedi, a loro volta, un sentiero sterrato gli agenti si sono imbattuti in un’auto ferma con due uomini a bordo. Bloccati e identificati, i due sono risultati marocchini con diversi precedenti; il conducente ha ammesso di trovarsi in quel posto per comprare droga dal connazionale, il 22enne appunto, che effettivamente una volta perquisito è stato trovato in possesso di circa 20 grammi di cocaina, 10 di eroina, un bilancino, sacchettini per confezionare le dosi da vendere, varie banconote e due telefoni cellulari. Proprio su uno dei due apparecchi, tra l’altro, continuavano ad arrivare messaggi e chiamate di persone che chiedevano un appuntamento per acquistare della droga, sicure di trovare il pusher in azione perché, come comunicato dallo stesso 22enne con un sms inviato alle numerose utenze nella rubrica del suo cellulare: “Ciao sono il piccolo… dalle 10 del mattino fino alle 2 di notte”. Lo spacciatore è stato quindi arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Sempre alta l'attenzione della Polizia di Stato in tutto il nostro territorio, appunto in materia di repressione e prevezione allo spaccio di sostanze stupefacenti. Quello arrestato l'altro giorno, infatti, è il nono 'spacciatore dei boschi' fermato negli ultimi tempi dai poliziotti del Commissariato bustocco che, in varie operazioni condotte nelle aree boschive tra Busto Arsizio e comuni limitrofi, hanno anche sequestrato 210 grammi di eroina, 100 di cocaina e 75 di hashish, 3320 euro e 16 telefoni cellulari oltre a 1 martello, 3 machete, 2 coltelli e 1 pistola scacciacani, armi improprie usate dagli spacciatori per scoraggiare i blitz delle Forze dell’ordine.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento