meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto
Mer, 17/01/2018 - 07:20

data-top

mercoledì 17 gennaio 2018 | ore 07:49

Lo Zar punisce la Revivre

Una partita che poteva valere un punto nonostante l'ostilità dell’avversario, ma che finisce troppo presto con una sconfitta in quattro set: questo è stato il match disputato dalla Powervolley Revivre Milano contro la Sir Safety Perugia a Busto Arsizio.
IMG_0697.JPG

Una partita che poteva valere un punto nonostante l'ostilità dell’avversario, ma che finisce troppo presto con una sconfitta in quattro set: questo è stato il match del turno infrasettimanale di SuperLega di volley maschile, quarta giornata di ritorno di Regular season disputata dalla Powervolley Revivre Milano tra le mura amiche del PalaYamamay contro i big della Sir Safety Perugia. Una partita bellissima, contrassegnata da attacchi tremendi, fuoricampo, recuperi incredibili e anche qualche nervosismo di troppo, soprattutto su alcune mancanze del videocheck. In un palazzetto pieno per l’arrivo dei grandi campioni umbri, su tutti Ivan Zaytsev, lo Zar della pallavolo italiana, ma anche De Cecco, Atanasjevic, Russell, Podrascanin, Anzani, Colaci. La notizia, però, è che se vuole Milano può tenere testa anche alle big: dopo un primo set di grande lotta punto a punto, con i ragazzi della Revivre a battagliare con la palla per non lasciarla cadere a terra, e un secondo set magico, vinto dai padroni di casa 25-21, Piano & co. perdono completamente grinta e mordente nel terzo set, scivolato via abbastanza lievemente 20-25. Partiti male nel quarto set e subito richiamati ai ranghi da coach Giani dopo un parziale di 0-7, i meneghini ritrovano il passo di gara, ma si danno per vinti proprio quando alla squadra servirebbe invece un “colpo di reni” che trascini la partita al tie break. E se a tratti Perugia gioco una pallavolo di un altro pianeta, con De Cecco che appoggia senza spingere e senza apparente sforzo i palloni distribuendo equamente il gioco tra tutti gli attaccanti a disposizione ad una velocità incredibile, c’è da dire che anche Abdel-Aziz è di un altro pianeta. Prestazione stratosferica per l’opposto meneghino che mette a terra anche stasera 28 punti con un 58% in attacco, ma brilla anche Cebulj con 11 punti e tantissima voglia di fare bene che trascina anche i compagni, ma si spegne poi sul finale con subentro di profondo sconforto. Non possono essere contenti del risultato stasera i ragazzi di Giani, e non lo è nemmeno l’allenatore: “Sinceramente non sono contento della partita di questa sera perché dopo il secondo set, memori di quello successo a Civitanova, siamo partiti nel terzo commettendo troppi errori, non entrando in campo per giocare punto a punto. Lo abbiamo fatto nel quarto set commettendo però degli errori che contro queste squadre non ti puoi permettere, pagando pegno di due o tre punti difficili da recuperare. Ormai le differenze con queste squadre sono minime, non sono questioni tecnico-tattiche ma di cattiveria agonistica, aspetti che non ho visto nel primo e terzo set. Poi nel punto a punto del quarto, il set più bello, abbiamo sbagliato delle situazioni semplici che non dovevamo fare per questo livello di gioco. Il focus e la lucidità vanno tenuti sempre in tutta la gara”. Dopo queste due prestazioni convincenti contro le prime due formazioni della classifica - ormai divisa in tre tronconi, con 3 big (oltre alle già citate, la Azimut Modena) in testa a 10 punti di distacco dalla quarta, 6 squadre in 5 punti a combattere per i playoff e un ultimo gruppo di 5 formazioni staccate di altri 7 punti circa - appare però chiaro che la Revivre Milano può ancora dire la sua in questo Campionato. Il prossimo appuntamento per la formazione meneghina sarà domenica in trasferta contro la diretta avversaria Bunge Ravenna. I ragazzi di Giani torneranno al PalaYamamay sabato 20 gennaio alle 20.30 per affrontare Wiko LPR Piacenza.

IL TABELLINO

REVIVRE MILANO - SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (20-25, 25-23, 20-25, 22-25)
Durata set: 27’, 31’, 30’, 32’. Tot: 2 ore

REVIVRE MILANO: Abdel Aziz 28, Piccinelli (L) n.e., Klinkenberg 5, Sbertoli, Tondo n.e., Schott 5, Perez, Piano 8, Galassi, Averill 7, Fanuli (L), Preti n.e., Cebulj 11. All. Giani

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Ricci 3, Cesarini (L) n.e., Shaw, Russell 16, Zaytsev 14, Della Lunga, Siirila n.e., Berger, Colaci (L), Atanasijevic 17, De Cecco 2, Andric n.e., Anzani 7, Podrascanin 5. All. Bernardi

NOTE: REVIVRE MILANO: 4 muri, 5 ace, 25 errori in battuta, 49% in attacco, 30% (15% perfette) in ricezione. SIR SAFETY CONAD PERUGIA: 6 muri, 6 ace, 15 errori in battuta, 57% in attacco, 40% (21% perfette) in ricezione.

Invia nuovo commento