meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 20°
Sab, 13/08/2022 - 02:20

data-top

sabato 13 agosto 2022 | ore 03:11

Gareggiare nel volersi bene

Le Olimpiadi degli oratori: un momento di aggregazione, socializzazione. Lo sport che crea amicizie e ti aiuta a diventare grande. Tanti i ragazzi protagonisti.
Sport - Le Olimpiadi degli oratori

Si inizia dalla suggestiva cerimonia di apertura, una grande festa, come nelle ‘vere’ Olimpiadi, all’Open Air Theatre, con la sfilata degli oratori partecipanti, esibizioni, l’accensione della fiamma olimpica, i fuochi artificiali, animazioni e balli sul tema dell’Oratorio estivo 2017 ‘DettoFatto’, a cui partecipano animatori e famiglie... Sabato i 2800 preadolescenti provenienti da 100 oratori della nostra Diocesi, accompagnati da educatori e animatori, sono impegnati nel Parco EXPerience nelle gare di calcio, volley, ping pong, dodgeball, ultimate, tiro alla fune, calciobalilla, tiro con l’arco, atletica, bmx, corsa con i sacchi. La sera, tutti i ragazzi si raccolgono ai piedi dell’Albero della Vita per la preghiera di affidamento. Don Samuele Marelli, direttore della Fondazione Oratori Milanesi, che lascerà da settembre l’incarico a don Stefano Guidi, invita i ragazzi a pensare alle gare vissute nella giornata, quelle vinte, perse, giocate: non importa chi vince, ma chi partecipa. “Gareggiate nello stimarvi a vicenda. Alla vostra età, quella delle medie, avete nel cuore il desiderio di diventare grandi. Si diventa dei ‘grandi’ se si impara a voler bene!”. Lo spettacolo dell’Albero della Vita con giochi di luci, suoni e fontane danzanti, incanta ed emoziona. Domenica 2 luglio i giovanissimi atleti disputano le finali, prima delle premiazioni e della S. Messa conclusiva con Mons. Pierantonio Tremolada: “Nelle Olimpiadi c‘è il gusto di misurarsi seza rancori, la gioia di fare il proprio meglio”. Sport, giochi, animazione e divertimento hanno reso indimenticabile una manifestazione unica nel suo genere. Il sogno olimpico è diventato realtà!

SE LO SPORT UNISCE ED EDUCA...

(DI VITTORIO GUALDONI) Erano due anni che il Decumano non era così bello e vivo... con famiglie ma soprattutto giovanissimi felici e sorridenti. La ‘generazione Expo’ (così come la definì Giuseppe Sala) si è riappropriata della grande area alle porte di Milano per il primo grande evento delle Olimpiadi degli Oratori. L’iniziativa, promossa dal CSI, in collaborazione con la FOM e Regione Lombardia, ha richiamato migliaia di ragazzi e ragazze dalla prima alla terza media, con la partecipazione degli animatori delle superiori e 150 coordinatori volontari. Un aiuto importante è venuto anche dal Corpo degli Alpini che hanno garantito con grande organizzazione i pasti e le colazioni a tutti i ragazzi. In questa tre giorni, dal 30 giugno al 2 luglio, di eventi, i campi allestiti lungo il Decumano hanno ospitato gare, sfide a squadre o singole, occasioni per provare a cimentarsi in nuove discipline (scalata ma anche golf), in un’atmosfera di festa e spensieratezza. L’area di EXPerience, infatti, seppur con la nostalgia dei meravigliosi padiglioni che ospitava, è ancora un fiore all’occhiello per la città di Milano e l’intera Regione. Le ‘stecche’, aree in cui vi erano uffici e servizi, hanno accolto a dormire i ragazzi, in un clima di condivisione tipico delle Giornate Mondiali della Gioventù, mentre le aree attive hanno fatto rivivere la bellezza di quei lunghi sei mesi di Expo. Tra feste, preghiere, giochi, lo sport si è dimostrato, ancora una volta, un ottimo collante per avvicinare i giovani in modo sano ed educarli ai veri valori. Anche per questo le Polisportive, le associazioni di categoria e le Istituzioni continuano a credere e a scommettere sugli investimenti nel settore sportivo. E chissà, se dopo che Milano ospiterà il comitato del CONI internazionale, la città o la Regione non ospitino davvero le Olimpiadi moderne.

ANTONIO ROSSI: "I GIOVANI DEVONO AVERE LUOGHI DOVE CRESCERE"

“I giovani devono avere luoghi in cui crescere e provare nuove esperienze e gli oratori sono uno dei principali centri di aggregazione che abbiamo sul territorio. Per questo, come Regione Lombardia, abbiamo deciso di sostenere concretamente il loro lavoro definendo i criteri per la realizzazione di un progetto finalizzato allo sviluppo di forme di aggregazione giovanile nell’ambito degli oratori lombardi, realtà importanti per i nostri giovani”. Lo annuncia l’assessore allo Sport e alle Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi al termine della Giunta riunitasi nell’ex sito Expo. “I giovani sono il nostro futuro - ricorda l’assessore Rossi - e, per questo, continuiamo a lavorare a progetti pensati per loro, a forme di aggregazione che consentano loro di esprimersi e di trovare la propria dimensione di cittadini lombardi”. “Per la realizzazione della proposta - sottolinea l’assessore - sono già disponibili 766.514 euro, incrementabili fino a 900.000, e ripartiti tra i 216.514 euro del Fondo nazionale per le Politiche giovanili e i 550.000 del ‘Cofinanziamento regionale degli interventi previsti negli Accordi di Programma Quadro Politiche giovanili’ .

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento