meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Alcune nuvole 29°
Dom, 25/08/2019 - 13:20

data-top

domenica 25 agosto 2019 | ore 14:01

Avete mai pensato a un ‘brunch di nozze’?

Va sempre più di moda organizzare cerimonie personalizzate. Una tendenza che riscuote successo
Speciale sposi-Avete mai pensato a un ‘brunch di nozze’?

Va sempre più di moda organizzare matrimoni personalizzati, cuciti proprio su misura sui sogni degli sposi, che si lasciano ispirare dai loro desideri o dalle ultime tendenze. Una delle ultime in fatto di lifestyle e di abitudini è quella del brunch, ovvero un pasto che è una via di mezzo tra la colazione (breakfast) e il pranzo (lunch), quindi che prevede cibi salati accostati o seguiti a quelli dolci, l’ideale per un ricevimento di nozze originale e che sfrutti tutta la mattinata, senza tirare fino a tardi la sera. Ovviamente un vero brunch di nozze può iniziare dalle 10 fino alle 14 massimo, quindi la cerimonia va prevista non più tardi delle 10. Se l’idea vi stuzzica, prendete carta e penna e annotatevi questi consigli per organizzare un perfetto brunch wedding! ABITO DA SPOSA - Chi sceglie questa formula, di solito è una donna mattiniera, superpratica, che non ama stare con le mani in mano: per l’abito da sposa, quindi, niente gonne da gran ballo o piene di paillettes e lustrini. La giusta mise per una cerimonia al mattino è un abito corto, oppure uno lungo, ma non scenografico, magari in stile impero. Sì anche al tailleur giacca – pantaloni, molto maschile e dal piglio deciso. ACCESSORI - Parola d’ordine: sobrietà. Quindi, niente cerchietti con i lustrini o le piume, sì ai punti luce alle orecchie o alle perle e a un girocollo fine e poco appariscente. Tra i capelli, niente tiare o coroncine, piuttosto un bel bocciolo fresco, perfetto per un brunch bucolico. Per il bouquet, le opzioni sono due: o un bel mazzo di fiori dai colori accesi, in contrasto con il total white dell’abito, oppure un mazzolino di fiori di campo, decisamente più discreto ma di sicuro impatto e in abbinamento con il tema delle nozze. ADDOBBI - Qui dipende molto dalla location: se il brunch si svolge all’aperto, tipo picnic, allora gli alberi, i prati e i fiori faranno già da sé una bella scenografia con cui incorniciare l’evento. Se invece si svolge al chiuso, badate a scegliere una stanza piccola, intima, magari con un camino, per dare l’atmosfera di qualcosa che si svolge in famiglia. Poi, non lesinate con addobbi floreali, intrecciati magari a fili di paglia e fieno, e come centrotavola, dei vasetti di erbe aromatiche, che oltre a essere piacevoli alla vista, profumano l’ambiente. RICEVIMENTO - Svariati sono gli ambienti dove organizzare un brunch di nozze: si può svolgere all’aperto con un picnic e un tavolo a buffet, o al chiuso, nella sala di una villa o anche in un locale vintage. Attenzione al menu, che non può essere lasciato al caso, sebbene sembri una cosa semplice da studiare. Essendo un pasto a metà tra la colazione il pranzo, non può mancare il salato, ma nemmeno il dolce: quindi, via libera a sandwich, croque monsieur e croque madame, bruschette al pomodoro, quiche lorraine, torte salate, focacce, salumi, formaggi misti da servire con varie composte, crudité con misticanza. Perfetti gli angoli con show cooking, dove uno chef può preparare su richiesta le uova (in camicia, al tegamino, sode, alla coque, strapazzate), da servire con bacon, wurstel, salsicce, aringhe e salmone. Per l’angolo dolce, invece, offrite: croissant e mini cornetti, tarte tatin di mele, ciambella al cacao, torta cioccolato e pere, pancake con miele o succo d’acero, muffin, cupcake, brownie, yogurt, panna acida e cereali, fette biscottate e confettura fatta a mano, crostate di marmellata, pasticceria mignon, frutta fresca e frutta secca. E da bere? Non dimentichiamoci che è una colazione un po’ particolare, quindi vai con caffè, cappuccino, latte, tè, spremute d’arancia e di pompelmo, succhi, smoothie, centrifugati di frutta e di verdura e poi una bottiglia di champagne o spumante per il taglio della torta.

Invia nuovo commento