meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Lun, 17/12/2018 - 05:50

data-top

lunedì 17 dicembre 2018 | ore 06:33

"Keep calm and... Promozione"

La Castanese torna in Promozione. Il sogno che diventa realtà con cinque giornate d'anticipo sulla fine del campionato. E allora adesso la festa può davvero cominciare.
Sport -  La Castanese è di nuovo in Promozione

Si scrive vittoria. Si legge “Promozione”. O per usare quella frase che spiccava sulle loro magliette domenica pomeriggio: “Keep calm and Promozione”. Ma, a voler ben guardare, mai come oggi stare calmi è tutt’altro che semplice, perché dopo 17 anni la Castanese (la storica società di calcio di Castano) è di nuovo lassù. Il sogno che diventa realtà e adesso allora è solo e soltanto appunto Promozione, con addirittura cinque giornate d’anticipo rispetto alla fine della stagione. “Un grande orgoglio e una soddisfazione immensa – dice il vicepresidente, nonché responsabile della Prima Squadra e della Juniores, Marco De Bernardi – Non abbiamo mai fatto mistero che l’obiettivo ad inizio anno era quello di provare a giocarcela fino alla fine per le posizioni di alta classifica. Sport - La Castanese è in Promozione3 Ma era quasi impensabile riuscire a fare un simile campionato. Invece, eccoci qui. Grazie ai ragazzi per le straordinarie emozioni che hanno saputo regalarci: campioni in campo e fuori, giocatori che hanno sposato a pieno la causa della nostra società e che ci hanno sempre dato la massima disponibilità. Grazie, poi, al mister Alberto Maroni: una guida per il gruppo e un riferimento in ogni momento. Il traguardo raggiunto oggi è il coronamento del lavoro portato avanti da tutti in questi ultimi 4 anni”. Entrando, quindi, nel dettaglio della stagione. Un’annata (in Prima categoria) praticamente perfetta: 62 punti conquistati (con ancora, lo ripetiamo, 5 gare da disputare), una sola sconfitta, la miglior difesa e il secondo miglior attacco. E, poi, ovviamente quel divario, netto, nettissimo con le avversarie. “La vittoria del collettivo – conclude De Bernardi – Quando abbiamo capito che ce la potevamo fare? Penso che sia stata la partita d’andata contro il Bonola: ci siamo arrivati con una formazione rimaneggiata, però al termine della gara c’è stata la consapevolezza che poteva essere l’anno buono, che potevamo realizzare qualcosa di grande”.

SEMBRA COME... IN QUEL LONTANO 1973

Parola di presidente onorario. “Quale stagione mi ricorda questa di oggi? Forse più di tutte il 1973 – racconta Dino Crivelli”. E se lo dice lui che la Castanese l’ha vista nascere, crescere e di cui è ancora adesso uno dei punti di riferimento, allora… “Erano altri tempi, è vero, altre squadre e altri campionati, ma così di primo impatto mi è venuto subito in mente quel periodo, soprattutto per la seconda parte – continua – Ricordo ogni istante come fosse ieri: il 1973 è stato purtroppo l’anno della scomparsa dell’allora presidente Leopoldo Macchi. Sport - La Castanese è in Promozione2 Il sabato ci sono stati i funerali e la domenica si doveva tornare in campo per disputare il girone di ritorno. La presidenza venne affidata a me (ero vicepresidente all’epoca) e nella prima gara in calendario dopo la sosta ci aspettavano ad Arluno. Ecco quello è stato l’inizio di una cavalcata trionfale che ci ha portati fino alla Promozione, perché abbiamo vinto tutte le partite in programma”. Una formazione micidiale e implacabile, come alla fine è l’attuale Prima squadra, di nuovo lassù, in alto da sola. “Voglio fare i complimenti ai ragazzi per il grande risultato raggiunto – conclude Crivelli – E un grosso applauso al mister: si è vista e si vede la sua straordinaria mano in questo successo”.

"BRAVI TUTTI. LA VITTORIA DEL CUORE E DELL'IMPEGNO"

Il giorno dopo i complimenti arrivano un po’ da tutte le parti; e in fondo diversamente non avrebbe potuto essere, perché il traguardo raggiunto è di quelli da incorniciare. “Bravi a tutti – dicono il sindaco Giuseppe Pignatiello e l’assessore allo Sport Carola Bonalli – Una società che è la storia del nostro paese. Una realtà che è un vero e proprio punto di riferimento. La vittoria centrata dai ragazzi della Prima squadra è sinonimo di impegno, passione e dedizione; il risultato di un lavoro eccezionale messo in campo da ogni singolo componente della Castanese”.

STANDING OVATION PER I CAMPIONI

Paolo Voltolini, Stefano Rettura, Massimo Verrini, Gianluca Banchieri, Andrea Belloli, Matteo Miramonti, Davide Lazzarini, Andrea Bovio, Claudio Naggi, Davide Micalizzi, Matteo Malgarini, Davide Garavaglia, Andrea De Bernardi, Giorgio Martinoni, Andrea Poli, Mirko Mocchetti, Mattia Caccia, Andrea Barbaglia, Mirko Raso, Luca Bertoni e Davide Cantarini; Allenatore: Alberto Maroni

Invia nuovo commento