meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 18°
Mar, 16/08/2022 - 04:20

data-top

martedì 16 agosto 2022 | ore 05:28

Proseguono le 'vie d'acqua'

Territorio - Consiglio Amministrazione ETVilloresi al Panperduto, ottobre 2014

Si è riunito giovedì scorso, 9 ottobre, presso Panperduto, a Somma Lombardo, il Consiglio d’Amministrazione del Consorzio ETVilloresi. La scelta di questa particolare location ha permesso a tutti i componenti del CdA di visitare sul campo l’andamento dei lavori in corso. I cantieri attualmente aperti stanno procedendo come da programma. Dall’ostello ormai terminato, alle conche per la navigazione, al Museo delle Acque Italo - Svizzere, il cronoprogramma in prospettiva di EXPO 2015 procede senza particolari problemi. Questi interventi si inseriscono all’interno del progetto Idrotour e del Pia Navigli e si avvalgono del prezioso contributo di Regione Lombardia, nonché dei fondi Interreg Italia - Svizzera (per Idrotour), alla luce dell’accordo sottoscritto tra Consorzio ETVilloresi e Regione Lombardia (Direzione generale Sistemi Verdi e Paesaggio), con capofila svizzero di progetto l’Associazione Locarno-Milano-Venezia, teso al recupero della suggestiva antica via d’acqua Locarno-Milano-Venezia.
"Quattro anni fa si sottoscriveva la convenzione per la messa in sicurezza e la valorizzazione ai fini turistici e ambientali delle Dighe del Panperduto - ricorda il Presidente Alessandro Folli - e possiamo dire con orgoglio che abbiamo raggiunto oltre il 70% degli obiettivi che i sottoscrittori si erano posti, qualificando in misura ancora maggiore uno dei siti più interessanti del comprensorio e più importanti dal punto di vista idraulico di tutta la Lombardia. Un vero lavoro di squadra coordinato da ETVilloresi che ci riempie di soddisfazione e ci fa ben guardare alla prossima sfida di Expo: a Panperduto saremo infatti pronti a ricevere gli ospiti di tutto il mondo come da programma".
Primi risultati importanti e tangibili legati a quest’asciutta d’autunno che ha preso il via a metà settembre e che gradatamente sta coinvolgendo tutte le aste del Sistema Navigli oltre che naturalmente il canale Villoresi. I tecnici di ETVilloresi stanno lavorando sempre più a stretto contatto con le associazioni di volontariato e impegnate in ambito ambientale; in corso le attività sia per quanto attiene il recupero della fauna ittica, che per le operazioni di pulizia.
I primi recuperi sono iniziati l'8 settembre scorso a valle dell'incile del canale Villoresi a Somma Lombardo e sono poi proseguiti lungo tutta l'asta del canale, con particolare attenzione alla tura di Parabiago e al sifone di Garbagnate Milanese, dove il pesce si concentra per effetto della lenta contrazione dei livelli. Nel naviglio Martesana i recuperi sono iniziati invece il 16 settembre, all'incile del naviglio in località Concesa a Trezzo, e sono poi proseguiti lungo tutta l'asta, compreso il tratto milanese tra il nodo idraulico del Lambro e il tratto terminale di via Gioia. Nell'area portuale di Milano gli interventi sono stati avviati il 25 settembre scorso; le squadre dei recuperatori sono state impegnate fino a sabato 27 in diverse operazioni. Nel primo tratto del naviglio di Pavia sono stati pescati e reimmessi in altri corsi d'acqua numerosi quintali di pesce; nel tratto a valle tra Zibido e Binasco i recuperi sono ancora in corso. Per quanto riguarda il naviglio di Bereguardo, nel tratto milanese, gli interventi sono praticamente conclusi anche se continua l'attività di monitoraggio; nel tratto in provincia di Pavia le operazioni sono state invece affidate alla sezione locale della FIPSAS. Nel naviglio Grande sono previsti recuperi nel tratto a monte tra Cuggiono e Boffalora, non appena i livelli - che si mantengono ancora elevati - lo consentiranno. Al termine delle attività di recupero, con gli alvei dei canali asciutti, inizieranno le pulizie con la raccolta dei rifiuti. A questo proposito, è bene ricordare l’importante accordo concluso con il Comune di Milano.
Quest'anno viene posta particolare attenzione alla pulitura del tratto milanese del naviglio Martesana e dell'area portuale. Dopo una prima fase di rimozione rifiuti ed erpicatura nei tratti milanesi del naviglio Grande e Pavese, in accordo con l’Amministrazione comunale di Milano, verranno organizzate pulizie periodiche per tutta la durata delle asciutte, che si prevede avranno termine nella seconda metà del mese di marzo 2015.
Da ricordare, infine, la partecipazione di ETVilloresi con la sua struttura, nelle scorse settimane, a due iniziative significative di ‘Puliamo il Mondo’ a Vimodrone e a Masate, a ribadire una volta di più come ormai il tema del rispetto dell’ambiente e del territorio sia il vero trait d’union nell’azione del Villoresi.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento