meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 22°
Lun, 08/08/2022 - 23:20

data-top

martedì 09 agosto 2022 | ore 00:13

Monza... si accendono i motori

Pronti all'85° Gran Premio di Formula Uno sul circuito brianzolo. Un weekend di gare, emozioni, divertimento e coinvolgimento per grandi e piccoli.
Sport Nazionale - Gran Premio Formula Uno a Monza (Foto internet)

Tutto pronto per l'85° Formula 1 Gran Premio d'Italia che si svolgerà nel prossimo fine settimana. Da giovedì 4 a domenica 7 settembre, lo sport motoristico mondiale punterà quindi i suoi riflettori sul circuito brianzolo che dal 1922, anno della sua costruzione per volontà dell'Automobile Club Milano, è universalmente riconosciuto come "il tempio della velocità". Da allora ospita il Gran Premio d'Italia (eccetto che per cinque edizioni che si sono svolte in altri impianti per cause di forza maggiore) rappresentando così la pista 11più antica" del calendario di Formula l. Un impianto carico di storia, ma sempre all'avanguardia tecnologica e punto di riferimento imprescindibile per le capacità di macchine e piloti. A sette gare dalla conclusione del Campionato mondiale, Monza è infatti il 13° appuntamento stagionale, prosegue l'appassionante contesa in casa Mercedes per la testa della classifica. Dopo le scintille in Belgio, che molte polemiche hanno sollevato, Nico Rosberg ha consolidato il suo primato in classifica, portando a 29 punti il vantaggio sul compagno di squadra Lewis Hamilton, vincitore del Gran Premio d'Italia nel 2012. l due arrivano così a Monza, rispettivamente, con 220 e 191 punti in classifica. Molta attesa è riposta in quello che si è rivelato come il 11terzo incomodo" del Campionato, quel Daniel Ricciardo che con il suo sorriso e con i suoi 156 punti ha conquistato finora tre vittorie (contro le quattro di Rosberg e le cinque di Hamilton), di cui due nelle ultime gare disputate a Spa e a Budapest. Ma il pubblico di casa sogna ovviamente la prima vittoria stagionale della Ferrari, confidando nell'ottima gara di Fernando Alonso in Ungheria (secondo al traguardo) e nel buon quarto posto di Kimi Raikkonen a Spa. Attesa anche per la prestazione del campione iridato degli ultimi quattro campionati, Sebastian Vette!, già vincitore del Gran Premio d'Italia nel 2008, nel 2011 e l'anno scorso. Altri motivi di interesse sono quelli relativi al ritorno del motore turbo e alle velocità che verranno raggiunte dalle monoposto: a questo proposito ci si chiede se si riusciranno a superare i picchi registrati in gara nel 2004 da Antonio Pizzonia su Williams {369,9 Km/h) e nel 2005 da Kimi Raikkonen su Mclaren {370,1 Km/h). Per non parlare della velocità di 372,2 Km/h che fu registrata da parte di Juan Pablo Montoya, sempre su Mclaren e sempre nel 2005, in test non ufficiali svoltosi alla fine del mese di agosto. Ricordiamo, inoltre, che nella storia di Monza la gara più veloce fu quella di Michael Schumacher su Ferrari nel 2003 alla media di 247,585 Km/h, mentre nel 2004 si registrarono, ad opera di Rubens Barrichello su Ferrari, la pole position (media 260,395 Km/h) ed il giro (media 257,320 Km/h) più veloci.

Il programma di prove e gare del week end inizia venerdì 5

Con due sessioni di prove libere delle Formula 1 (dalle 10 alle 11.30 e dalle 14 alle 15.30), oltre alle prove delle gare di contorno: GP2 (libere dalle 12 alle 12.45, di qualificazione dalle 15.55 alle 16.25), GP3 (libere dalle 17.50 alle 18.35), Porsche Mobil1 Supercup (libere dalle 16.45 alle 17.30). Nel corso della giornata di sabato 6 sono previste per la Formula l una sessione di prove di pit stop ai box (dalle 8.30 alle 9.15), la terza sessione di prove libere (dalle 11 alle 12) e le prove di qualificazione (dalle 14 alle 15). Per le altre formule sono in programma Gara l della GP2 (dalle 15.40 alle 16.45 circa), le prove di qualificazione e Gara 1 della GP3 (rispettivamente dalle 9.45 alle 10.15 e dalle 17.20 alle 17.55 circa), le prove di qualificazione della Porsche Mobil 1 Supercup (dalle 12.25 alle 12.55).

Il programma di domenica 7 prevede

Per la Formula l alle 12.30 la tradizionale parata di saluto dei piloti al pubblico e alle 13.30 l'inizio delle procedure di partenza. Alle 14 il via all'85° Gran Premio d'Italia: 53 giri appassionanti per un totale di 306,720 km. Ma la domenica prevede anche altre competizioni: Gara 2 della GP3 (dalle 9.25 alle 10), Gara 2 della GP2 (dalle 10.35 alle 11.25) e la Gara della Porsche Mobil1 Supercup (dalle 11.45 alle 12.20). Da segnalare, quale gustoso prologo, la sessione autografi prevista per giovedì pomeriggio, in cui gli appassionati in possesso di abbonamento tre giorni potranno vedere da vicino i propri beniamini. Gli appassionati possono ancora acquistare i biglietti disponibili, in particolare collegandosi al sito www.monzanet.it, rivolgendosi all'Autodromo Nazionale Monza (tel. 039/2482.212/239, infoautodromo [at] monzanet [dot] it, tickets [at] monzanet [dot] it); o alla società Acitour Lombardia in corso Venezia 43 Milano (02/76006350; acitravel [at] acitorumi [dot] it). Da tenere d'occhio, in particolare, le numerose promozioni che sono proposte per quanto riguarda gli abbonamenti per tre giorni e per la domenica (ad esempio, in tribuna a partire da 100 euro).

Durante l'evento saranno attive inoltre

Biglietterie agli ingressi dell'impianto. Tutto è pronto da un punto di vista organizzativo per accogliere "il circo" della Formula 1 e le migliaia di appassionati che giungeranno da tutta Italia e da tutto il mondo. Per rendere più fluido il traffico e agevolare gli appassionati, è stato studiato un piano integrato di viabilità e trasporti con treni speciali, autobus e navette di collegamento con i parcheggi che permetteranno di raggiungere l'Autodromo velocemente. Nei tre giorni del Gran Premio, auto e moto, infatti, non possono entrare nel Parco e nell'Autodromo. Fra i vari servizi, sottolineiamo le tre linee (nera, verde e blu) di bus navetta, gestiti da Net Trasporti in accordo con il comune di Monza, che collegheranno la stazione FS di Monza e i parcheggi con l'Autodromo. Inoltre verrà riproposto il servizio ferroviario speciale che collegherà domenica, in poco più di venti minuti, la stazione Centrale alla stazione Biassono-Lesmo. Tutte le informazioni dettagliate possono essere trovate nello speciale "Formula 1, Gran Premio d'Italia, Tutte le info!" all'interno del sito www.monzanet.it.

MONZA, STORIA E INNOVAZIONE VERSO UN NUOVO FUTURO

“Dopo tanti Gran Premi d’Italia vissuti nelle vesti di tifoso, di pilota e di commentatore televisivo, è per me un onore ed un’emozione presentarmi per la prima volta quale presidente di una gloriosa Associazione che da 111 anni tutela gli automobilisti e gli utenti della mobilità e promuove lo sport motoristico. E che dal 1922 gestisce questo impianto unico nel mondo per la sua storia e per le sue caratteristiche, da tutti conosciuto come il tempio della velocità”. Con queste parole il presidente dell’Automobile Club Milano, Ivan Capelli ha aperto la conferenza stampa di presentazione del Gran Premio d’Italia 2014, svoltasi questa mattina presso la sala stampa “Tazio Nuvolari” dell’Autodromo Nazionale Monza. Sport Nazionale - Formula Uno Monza “L’Automobile Club Milano e lo stesso Autodromo devono riaprire un dialogo fattivo con le istituzioni, con i soci, con i tifosi. Da un lato, ha sottolineato Capelli, va ricreata una attiva vita associativa, dall’altro l’impianto va vissuto intensamente in tutte le stagioni da un numero maggiore di frequentatori che devono trovare nuovi servizi e nuove attrazioni”. “L’Autodromo è un importante asset territoriale con grandi potenzialità, inserito in un sistema unico – ha affermato il presidente di Sias (la società che gestisce l’Autodromo di Monza) del quale fanno parte il Parco e la Villa Reale – che può dare valore e occupazione anche in vista di Expo 2015, una grande opportunità a cui stiamo lavorando. “Sono abituato a ragionare da imprenditore con un’ottica di lungo termine, ha proseguito Dell’Orto: il primo obiettivo è ovviamente il rinnovo del contratto relativo alla Formula 1, ma puntiamo a migliorare e sviluppare nuovi progetti, poiché l’Autodromo ha creato innovazione e tecnologia e la Formula 1 non può fare a meno di storia e innovazione. Mi aspetto dei fatti. Abbiamo nuove e tante sfide davanti: lavoreremo insieme con impegno e passione”. "Finché sarò presidente dell'ACI si farà il Gran Premio d'Italia di F1 a Monza. Il Mondiale F1 non può prescindere dall'Italia e da Monza", ha sottolineato di seguito il presidente dell'Automobile Club d'Italia, Angelo Sticchi Damiani. "L'Autodromo di Monza è il tempio dello sport automobilistico - ha continuato Sticchi Damiani - e stiamo lavorando intensamente per ribadire la centralità del Gran Premio d'Italia a Monza nel calendario mondiale della F1: una sfida che possiamo vincere solo con il sostegno sinergico di tutti. Non ci accontenteremo di una conferma protempore tra i GP incerti di anno in anno". Alla conferenza stampa hanno partecipato - oltre ai presidenti di ACM, Sias ed ACI - il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, l’assessore allo Sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi, il presidente della Provincia di Monza Brianza, Dario Allevi, il presidente del Coni Lombardia, Pierluigi Marzorati.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento