meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Sab, 17/04/2021 - 01:20

data-top

sabato 17 aprile 2021 | ore 02:17

Prevenzione Oncologica

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica. Il 18 marzo visite gratuite di diagnosi precoce a Busto Garolfo.
Busto Garolfo - Prevenzione Oncologica il 18 marzo 2014

Torna a Busto Garolfo il tour della prevenzione della Lega Italiana per la Lotta ai Tumori. In occasione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, martedì 18 marzo nel piazzale antistante la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate in via Manzoni 50 ci sarà l'Unità Mobile della Lilt dove sottoporsi a visite gratuite di diagnosi precoce: dalle 10 alle 13.30 per quanto riguarda il seno e le consulenze alimentari; dalle 14.30 alle 18 per la cute e la prostata. Per il nono anno consecutivo, l'iniziativa è sostenuta e promossa dalla Bcc con l'intento di «continuare a stimolare un percorso di salute e di prevenzione», afferma il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Roberto Scazzosi. «Mantenere un corretto stile di vita e sottoporsi a controlli periodici sono le armi più importanti che abbiamo contro i tumori. La salute è il bene più prezioso che abbiamo e, come tale, vogliamo diffondere una cultura di attenzione e, appunto, di prevenzione».
Quest'anno la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, in collaborazione con il Circolo Culturale e Ricreativo della banca, ha creato una serie iniziative per sensibilizzare il tema della prevenzione. Oltre alla tappa dell'unità mobile della Lilt, lunedì 17 marzo è stata proposta la partecipazione al concerto alla Scala di Milano in favore della Lilt. Inoltre per il 20 marzo, è stata data la possibilità ai soci del CCR di effettuare una visita presso l'ambulatorio di prevenzione e diagnosi precoce della cute e nei, gestito dalla Lilt, all'interno della struttura del vecchio ospedale di Legnano in via Candiani.
Filo conduttore della Settimana Nazionale per la Prevenzione oncologica è l'educazione a una sana alimentazione. Olio extravergine di oliva, pasta e pomodoro sono i "testimonial" dell'iniziativa della Lilt perché componenti della dieta mediterranea promossa a pieni voti dagli studi epidemiologici in quanto in grado di proteggere dal rischio di ammalarsi di tumore. Le ultime ricerche scientifiche evidenziano infatti che, se consumassimo con regolarità frutta e verdura fresca, cereali integrali, pesce e olio extravergine d'oliva, alimenti che sono alla base della dieta mediterranea, più di un terzo dei tumori non si svilupperebbe. Insieme ai controlli periodici di diagnosi precoce, il non fumare, praticare regolare attività fisica, ridurre il consumo di alcol e mangiare bene sono strumenti alla portata di tutti per prendersi cura di sé.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento