meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 28°
Sab, 02/07/2022 - 10:20

data-top

sabato 02 luglio 2022 | ore 11:05

Tempo di baratto

Mesero - Mercatino del baratto 2011 (di Loreno Molaschi).3

L'Unione Europea produce ogni anno circa 2000 milioni di tonnellate di rifiuti. Oltre 40 milioni di tonnellate sono classificate come pericolose e dal 2006 la quantità di rifiuti prodotta è aumentata del 10 % l’anno. Davanti a questi dati, l’UE ha pianificato nel tempo precise strategie di azione per capovolgere con decisione la drammatica tendenza e l’organizzazione della terza edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti svoltasi dal 19 al 27 novembre, rappresenta a tutti gli effetti un passo verso questa direzione. Nata con l’obiettivo di informare i cittadini europei a proposito delle semplici azioni che si possono compiere nella vita di tutti i giorni per contribuire alla riduzione dei rifiuti, ha coinvolto quest’anno Portogallo, le tre regioni belghe, Slovenia, Svezia, Paesi Bassi, Italia, Germania, Irlanda, molte zone della Spagna e del Regno Unito, Austria, Bosnia Erzegovina e persino la Repubblica Dominicana. Proprio nell’ambito del progetto, il Consorzio dei Comuni dei Navigli ha organizzato ‘ Il Primato della Leggerezza – Giornata del baratto, del riuso e della riparazione’ articolato in due giornate, l’una il 26 novembre nel Centro Socio Culturale di Mesero, l’altra il 27 novembre nella Corte Salcano di Albairate. “All’interno di questi incontri abbiamo creato tre sezioni diverse che rappresentano le finalità della Settimana: area riuso, in cui verrà illustrato ai cittadini come si può dar vita a vecchi oggetti, area riparazioni nella quale, in questo caso, l’idraulico mostrerà come fare piccole riparazioni domestiche senza spreco di materiale e l’area baratto, sezione in cui si potranno scambiare liberamente oggetti altrimenti destinati all’ ecocentro”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento