meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 23°
Lun, 22/07/2019 - 00:50

data-top

lunedì 22 luglio 2019 | ore 01:53

Recupero fauna ittica

Il Consorzio si attiva abitualmente, nel corso delle asciutte – necessarie per effettuare fondamentali e inevitabili opere di manutenzione - nei recuperi della fauna ittica.
Territorio - Recupero fauna ittica

Il Consorzio si attiva abitualmente, nel corso delle asciutte – necessarie per effettuare fondamentali e inevitabili opere di manutenzione a infrastrutture idrauliche “storiche” – nei recuperi della fauna ittica in modo da non creare situazioni di disagio o sofferenza al pesce presente nei canali.

Il personale dell’Ente è adeguatamente formato per svolgere tutte le operazioni del caso, in collaborazione con la Polizia provinciale, che monitora le attività.

Per motivi di sicurezza nulla è lasciato all’improvvisazione; è per questo motivo che il Consorzio non consente l’intervento di soggetti, anche volontari, che non abbiano seguito appositi corsi di formazione e non siano dotati di specifiche attrezzature e dispositivi di sicurezza individuali (dpi).

Sinora non si sono registrate situazioni di disagio per la fauna ittica; il personale dipendente dell’Ente interviene infatti puntualmente e con la massima attenzione.

I quantitativi di pesce sinora raccolto – per essere reimmesso in acqua all’altezza di Turbigo, nel Canale Industriale, in modo che, con la riapertura dell’acqua, possa tornare a ripopolare il reticolo consortile – sono ragguardevoli; si tratta al momento di oltre 175 quintali, dato relativo a tutto il comprensorio. Si sottolinea poi che in alcuni tratti del Canale Villoresi, proprio in coincidenza della presenza del pesce, sono attualmente presenti, nonostante l’asciutta, dai 30 ai 40 cm di acqua. Con la fine dei recuperi, tra la fine della settimana e l’inizio della prossima, il Villoresi verrà asciugato completamente, nei tratti dove sono state programmate le manutenzioni.

Negli ultimi anni, la buona qualità dell’acqua nei canali ha originato il proliferare di numerose specie di pesce, che ritrovano lì un habitat ideale, salvaguardato in tutto e per tutto dal Consorzio.

L’Ente invita cittadini e associazioni, più che a diffondere allarmi generici e privi di riscontro, a collaborare agli sforzi messi in atto dal proprio personale, segnalando eventuali puntuali situazioni di “rischio” per la fauna ittica in modo che si possano verificare in tempo reale e, laddove necessario, si possa intervenire prontamente.

La Presidenza sta valutando di intervenire per vie legali a fronte di dichiarazioni false e tendenziose a tutela dell’immagine del Consorzio e del lavoro dei propri dipendenti.

Rispondi