meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 21°
Lun, 17/06/2024 - 22:50

data-top

lunedì 17 giugno 2024 | ore 23:19

Master in International Screenwriting and Production

Sono aperte fino al 2 maggio le scrizioni alla 12^ edizione del Master in International Screenwriting and Production – MISP, da cui sono usciti story editor, sceneggiatori e produttori creativi di prodotti audiovisivi di enorme successo.
Scuole - MISP

Sono aperte fino al 2 maggio le scrizioni alla 12^ edizione del Master in International Screenwriting and Production – MISP, da cui sono usciti story editor, sceneggiatori e produttori creativi di prodotti audiovisivi di enorme successo come DOC – Nelle tue mani, Blanca (distribuiti in decine di Paesi nel mondo), Un passo dal cielo, Don Matteo, Buongiorno Mamma, Viola come il mare, Odio il Natale, Petra, Christian, Me contro te, Leonardo, Medici – Masters of Florence, Summertime, Che Dio ci aiuti, Distretto di polizia, Anna Karenina e i recentissimi Un amore, Pensati sexy e Sfidiamoci. Per l’anno accademico 2024/2025 sono disponibili 3 borse di studio a copertura integrale firmate Lux Vide e 3 da 5.000 euro ciascuna.

Da oltre 20 anni fucina di talenti nel mercato nazionale e internazionale della Scrittura per il Cinema, la Tv e l’Editoria e della Produzione audiovisiva, il Master in International Screenwriting and Production – MISP, a cadenza biennale e inserito nell’offerta dell’Alta Scuola in Media Comunicazione e Spettacolo (ALMED) dell’Università Cattolica dove si svolge nel campus milanese e realizzato in collaborazione con Fondazione Perseus, dall’edizione 2016/2017 si svolge interamente in inglese per il crescente interesse a livello internazionale, sfornando anche autori di fumetti, scrittori, autori televisivi, produttori creativi, che hanno ottenuto importanti riconoscimenti, in Italia e all’estero.

“Negli ultimi 8 anni il Master ha ufficialmente assunto uno status internazionale accogliendo brillanti studenti da tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Cina, dalla Russia alla Colombia, dalla Malesia alla Nigeria, ma anche Francia, Nepal Libano, Armenia, Spagna… – afferma l’ideatore e direttore del MISP, prof. Armando Fumagalli. “Solo nell’ultima edizione abbiamo avuto studenti da 15 Paesi di quattro continenti, mentre per la prossima abbiamo già ricevuto dall’estero una trentina di candidature ancora prima di aprire ufficialmente le iscrizioni per gli italiani. Questo forte interesse è dovuto ai docenti e ai prestigiosi ospiti internazionali ma anche a un mercato che cerca costantemente nuove leve per la massiccia produzione di serie TV, grazie alla spinta delle nuove piattaforme. Il settore vede infatti concreti sbocchi professionali e il MISP da anni si caratterizza per l'altissima percentuale di diplomati che trovano occupazione come scrittori o produttori nell'industria audiovisiva, un numero che per gli italiani sfiora il 90%”.

Una occupabilità elevatissima grazie anche ai legami del MISP con network, case di produzione ed editori dove garantire stage e tirocini di alta qualità, svolti in realtà come Alcon entertainment, Atlantyca, Aurora, Book on a Tree, Calon, Cattleya, Colorado, DeAgostini, Disney, Dugong, Eliseo, Federation Studios, Fremantle, Indigo, Lux Vide, Mediaset, Medusa, Movimenti, Nieminen, Palomar, Publispei, QMI, Rai Cinema, Rai Fiction, Showlab, Stand By Me, Sky, Titanus, Viola Film, WME e molti altri.

Aziende che offrono inoltre come docenti e formatori del MISP i principali talenti e operatori del settore, fra cui il CEO di Colorado Film Alessandro Usai e il Direttore dell'Osservatorio Editoriale Contenuti Rti-Mediaset Carlo Miccichè, la head of development di Medusa Lucia Cereda, il produttore di Raifiction Michele Zatta (Mare fuori ), ai quali si affiancano insegnanti internazionali come John Truby, uno dei maggiori story consultant di Hollywood; Nicky Weinstock, produttore anche di Bridesmaids, Severance e Thelma; Bobette Buster, story consultant di fama mondiale, autrice di bestseller come Do/Story. How to tell your story so the world listens e autrice del documentario sul sound design, Making Waves: The Art of Cinematic Sound; Jeff Melvoin, showrunner di una dozzina di titoli fra i più iconici della serialità americana, da Un medico tra gli orsi a Designated Survivor, da Alias a Killing Eve e già creatore di un programma di training per nuovi showrunner che ha avuto grande successo a Hollywood; sempre da Los Angeles anche l’italiana Gaia Violo, tra le sceneggiatrici di maggior peso nell’industria americana, ideatrice per Sony della serie thriller in tre stagioni Absentia, e ora al lavoro con Alex Kurtzman sulla nuova stagione di Star Trek.

Tra i docenti del Master che sono anche ex studenti: il produttore Marco Alessi, sceneggiatore di serie tv come Elisa di Rivombrosa, Le stagioni del cuore, La signora delle camelie, Rino Gaetano, mentre con la sua casa di produzione Dugong ha vinto a Cannes il Premio come miglior documentario per La strada dei Samouni, miglior cortometraggio al Festival di Venezia con In attesa dell’avvento, un David di Donatello al miglior documentario con Tahrir: Liberation Square, l’European Film Award con il corto Gli anni, Francesco Arlanch, autore di quasi 40 serie e miniserie tv per Rai tra cui Anna Karenina, Sotto copertura, La Strada di casa, head writer di DOC – Nelle tue mani e di Blanca; Gianfranco Cordara, già vicepresidente a Los Angeles di Disney Plus; Luisa Cotta Ramosino, Director Italian Original Series di Netflix, e precedentemente Creative Producer delle serie Medici, Leonardo e Diavoli, autrice della serie Made in Italy e sceneggiatrice della fiction Blanca; lo scrittore Alessandro D’Avenia, fra i più amati in Italia e tradotto in più di venti Paesi; Erica Negri, Head of Commissioning Sky Originals Italia (Diavoli, Petra, I delitti del BarLume, Un’estate fa); Mario Ruggeri, da più di dieci anni capo-scrittore di Don Matteo e di Un passo dal cielo e coautore di Diavoli e sceneggiatore della fiction Rai Blanca; Francesco Balletta, che ha un centinaio di credits sulla serialità televisiva, fra cui la sceneggiatura di Alfredino – Una storia italiana; Andrea Brusa, che ha vinto premi in tutto il mondo e il David di Donatello con i suoi cortometraggi (Magic Alps, Il Muro Bianco, Inverno); Andrea Valagussa che ha firmato, fra l’altro, La strada di casa, Blackout, Per Elisa, Fino all’ultimo battito.

Per l’anno accademico 2024-2025 che inizierà a settembre, le 3 borse di studio di Lux Vide rivolte a tutti, a piena copertura dei costi di frequenza, sono dedicate alla memoria di Sara Melodia, ex allieva del MISP e per molti anni responsabile sviluppo di Lux Vide e scomparsa prematuramente nel 2020. A queste si aggiungono 3 borse di studio da 5.000 euro ciascuna, assegnate dalla commissione a studenti in difficoltà finanziarie e con un curriculum eccellente.

La prima scadenza per le iscrizioni è prevista per il 2 maggio; successivamente gli ultimi posti saranno attributi il 2 settembre, per un numero finale massimo di 42 partecipanti.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento