meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 11°
Mar, 16/04/2024 - 01:50

data-top

martedì 16 aprile 2024 | ore 02:46

Don Flavio Pace segretario del Dicastero

Il Santo Padre ha nominato segretario del Dicastero per la Promozione dell’Unità dei Cristiani don Flavio Pace, finora sottosegretario del Dicastero per le Chiese Orientali, assegnandogli la sede titolare di Dolia e conferendogli il titolo personale di Arcivescovo.
Sociale / Abbiategrasso / Milano - Don Flavio con Papa Francesco (Foto internet)

Il Santo Padre ha nominato segretario del Dicastero per la Promozione dell’Unità dei Cristiani don Flavio Pace, finora sottosegretario del Dicastero per le Chiese Orientali, assegnandogli la sede titolare di Dolia e conferendogli il titolo personale di Arcivescovo. Nato a Monza il 29 luglio 1977, don Flavio Pace è stato ordinato sacerdote nel 2002 dall’allora Arcivescovo di Milano, Cardinale Carlo Maria Martini. Dal 2002 al 2011 ha svolto attività pastorale come Vicario parrocchiale ad Abbiategrasso, occupandosi della Pastorale giovanile, insegnando religione nella scuola statale e servendo come Cappellano presso l’Hospice locale. Ha poi conseguito la certificazione in islamistica presso il Pontificio Istituto di Studi Arabi e d’Islamistica a Roma nel 2010, collaborando poi per alcune iniziative nei rapporti dell’Arcidiocesi ambrosiana con l’Islam. Officiale della Congregazione per le Chiese Orientali dal 2011, dal 2020 ne è divenuto Sotto-Segretario. L’ordinazione episcopale sarà conferita a don Flavio Pace nel Duomo di Milano il prossimo sabato 4 maggio alle 15. "La Chiesa ambrosiana – dichiara l’Arcivescovo, Monsignor Mario Delpini – è onorata della scelta compiuta dal Santo Padre ed è lieta di poter offrire alla Sede apostolica un prezioso collaboratore per la promozione dell’unità dei cristiani".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento