meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia 13°
Ven, 30/09/2022 - 17:50

data-top

venerdì 30 settembre 2022 | ore 18:10

Mutilati del lavoro: nuovo direttivo

Rinnovate le cariche dell'associazione legnanese. Oltre al nuovo direttivo, l'appuntamento è stato anche l'occasione per confrontarsi e riflettere sulla situazione attuale.
Legnano - Mutilati del lavoro: nuovo direttivo

“Bisogna far rivivere la nostra associazione” è con l’appello del presidente Provinciale Angelo Frigerio e di Giorgio Raimondi, presidente uscente della sezione di Legnano, che è iniziata l'assemblea per le elezioni del direttivo ANMIL nella sede in via Cattaneo. La riunione è stata preceduta da una cerimonia commemorativa in ricordo dei soci defunti del Legnanese, in corso Italia, davanti al monumento dedicato alle vittime di incidenti sul lavoro. Successivamente, è seguita una Messa di suffragio nella chiesa dei Santi Martiri celebrata da monsignor Carlo Galli. “Il problema degli infortuni tocca tutti i lavoratori in attività - ha affermato Angelo Frigerio - a partire dai dipendenti, ma è sentito anche dagli autonomi, dai liberi professionisti. In questo periodo di crisi, diminuiscono i lavoratori e sembra anche gli infortuni, purtroppo, però, i morti sul lavoro aumentano. Non dobbiamo abbassare la guardia". Durante il dibattito, anche qualche momento "caldo", soprattutto per il desiderio del presidente uscente Raimondi di togliersi qualche... sassolino e comunque manifestare il suo attaccamento al sodalizio, la sua passione e la voglia di impegnarsi. Il nuovo direttivo dell’associazione, dopo la votazione cui hanno preso parte 22 soci, risulta così composto: Patrick Bellini, Luigi Defendi, Giorgio Raimondi, Lorenzo Tommasino, Fiorella Saretto. Nei prossimi giorni, saranno definite le cariche di presidente, vice presidente, consigliere delegato e consiglieri supplenti.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento