meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 22°
Lun, 03/10/2022 - 12:50

data-top

lunedì 03 ottobre 2022 | ore 13:08

Il 65° Zecchino d'Oro

Non c’è bambino che negli ultimi sessant’anni non abbia imparato a memoria almeno una canzone del festival musicale più famoso di sempre: lo Zecchino d’Oro.
Televisione - Zecchino d'Oro

Non c’è bambino che negli ultimi sessant’anni non abbia imparato a memoria almeno una canzone del festival musicale più famoso di sempre: lo Zecchino d’Oro. Colonna sonora dell’infanzia – e non solo – di ogni bambino, lo Zecchino d’Oro torna con la sua 65esima edizione presentata alla stampa martedì 20 settembre presso Sony Music. Quattordici nuove canzoni in gara firmate da autori come Checco Zalone, Enrico Ruggeri, Cesareo di Elio e le Storie Tese insieme a Filippo Pax Pascuzzi, Margherita Vicario, Eugenio Cesaro degli Eugenio In Via Di Gioia, Deborah Iurato e Virginio e interpretate per la prima volta dal vivo da diciassette bambini provenienti da tutta Italia. I piccoli cantanti saranno, come da tradizione, accompagnati dal Piccolo Coro dell’Antoniano, diretto da Sabrina Simoni. Una vera e propria festa della musica dove al centro ci sono loro, i protagonisti: i bambini! “Quando pensi a un bambino ti vengono in mente tante cose: la voglia di giocare, correre, cantare… E sì, anche di fare i capricci! – commenta Fra Giampaolo Cavalli, direttore di Antoniano – Quando pensi a un bambino, però, pensi anche alla fortuna di molti e alla sfortuna di tanti altri, ai quali l’infanzia viene strappata troppo presto. ‘Semplicemente Bambino’ è il nostro impegno, che portiamo avanti da sempre, per fare in modo che ogni bambino viva i suoi anni più belli con gioia, serenità e spensieratezza. Le canzoni dello Zecchino d’Oro, grazie alle storie che raccontano, rappresentano un inestimabile patrimonio di messaggi positivi e, anche quest’anno, sono intrepreti di un messaggio importante, da sempre fondamentale in Antoniano: l’impegno contro ogni forma di povertà e disuguaglianza, per ribadire il diritto di qualunque bambino di essere, appunto, semplicemente un bambino”. Lucio Fabbri, direttore musicale dello Zecchino d’Oro, spiega poi come l’evento è un momento importante non solo dal punto di vista musicale, ma anche sociale, perché proprio attraverso la musica affronta temi fondamentali - “...pur con la dovuta leggerezza, le canzoni di quest’anno abbracciano temi importanti, dall’ecologia al rapporto con i genitori e con la famiglia”. Continua poi Stefano Patara, General Manager di Sony Music - “...Sony Music ha il privilegio di essere da molti lustri la casa del Piccolo Coro e di aver condiviso con l’Antoniano l’enorme successo dello Zecchino d’Oro anche nel nuovo scenario digitale. Il risultato di un incredibile percorso di crescita e rinnovamento che l’Antoniano ha saputo intraprendere, pur nel solco di una tradizione che si rinnova di generazione in generazione”. Tra i volti presenti anche il direttore artistico Carlo Conti che con ironia, semplicità e la giusta dose di divertimento ha messo in luce come lo Zecchino d’Oro non sia semplicemente un programma televisivo ma un vero e proprio progetto di crescita, intrattenimento educativo e condivisione di valore, ideali che grazie ai progetti portati avanti durano tutto l’anno. “...tra le iniziative che accompagnano l’edizione 2022 ci sarà anche la realizzazione dei videoclip delle canzoni in gara che, attraverso l’utilizzo di accorgimenti come una specifica cura del labiale o l’aggiunta dei sottotitoli, renderanno il testo e il mood della canzone più facilmente accessibili anche ai bambini ipo-udenti o non udenti. Inoltre, tra i vari progetti troveremo anche l’apertura di Zecchino d’Oro Channel, primo canale on demand su Prime Video Channels dedicato all’intrattenimento per tutta la famiglia, e “A scuola d’italiano con lo Zecchino d’Oro”, rivolto ai bambini italiani che risiedono all’estero e ai bambini che stanno studiando la nostra lingua. E ancora, due format con protagonista l’asinello Nunù, puppet nato dalla collaborazione tra Antoniano e Rainbow: “Zecchino d’Oro Casting Show”, in cui vengono presentati, in modo leggero e scherzoso, i piccoli solisti che si esibiranno sul palco”. Un’edizione che già dalle premesse si è garantita un grande successo e risultati formidabili, resta solo da aspettare e godersi la magia!

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento