meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Sab, 22/01/2022 - 19:50

data-top

sabato 22 gennaio 2022 | ore 19:47

I volti dell'anima di una donna

Elegante e sofisticata o intrigante e sensuale? Ecco le proposte per la quarta giornata della Fashion Week. Le mille sfaccettature dell'anima di una donna.
Tempo Libero Moda - Cavalli

La quarta giornata ha sfilato sulle passerelle: siamo ormai giunti al giro di boa per la Fashion Week di Milano, che ci ha raccontato finora una donna sempre sensuale ma dal tocco rètro e un po’ nostalgico. Due sfaccettature della stessa anima sono state protagoniste delle collezioni presentate ieri: la femminilità essenziale e sofisticata di Bottega Veneta e Jil Sander contro quella sensuale e intrigante di Roberto Cavalli ed Emilio Pucci. Una dicotomia quanto mai attuale che racconta esattamente la donna del presente e del domani.
Bottega Veneta punta tutto sulla donna pragmatica, che ama il vestire comodo ma sempre elegante. Prova ne sono i tubini e i paletot dalla silhouette lineare ed essenziale, resi meno seriosi dai colori fluo, già di gran moda per questa primavera. Protagonista anche la maglieria con maxipull avvolgenti e il pizzo macramè, per un look da sera misterioso e intrigante.
Stessa filosofia ma con una chiave di lettura avveniristica per la griffe tedesca Jil Sander. Il direttore creativo Raf Simons si è divertito a creare una linea che fonde la corrente artistica del modernismo con l’evoluzione del concetto di femminilità. Non minidress né linee aderenti per il designer belga, ma lunghezze alla caviglia e volume sono la vera rivoluzione, insieme ai colori accesi, che donano quel tocco di eccentricità a tutta la collezione. Da avere assolutamente il tubino morbido con maxi tasche e il completo kimono con maxi gonna pantalone e camiciola.
Di tutt’altro avviso è la collezione disegnata dal toscano Roberto Cavalli, che immagina per il prossimo inverno una donna sicura di sé, sensuale, sfacciata. Abiti ricchi, brillanti, particolari sono il punto di forza dell’intera collezione, insieme all’immancabile maculato, marchio di fabbrica della griffe. Ampie e morbide gonne, sciarpe e inserti di marabù e qualche punto luce qua e là e il gioco è fatto: la donna Cavalli è pronta per stupire e sedurre.
Una donna simile ha sfilato sulla passerella di Emilio Pucci: abiti ricercati e curati in ogni minimo dettaglio sono per la figura femminile un’arma di seduzione di sicuro effetto. Giacche di velluto con inserti di pelliccia o dal taglio squadrato e romantici vestiti a sirena con fantasie di arabeschi rendono la collezione classica ma al tempo stesso eccentrica.
Una moda giocata sui contrasti, insomma: la serietà contro la voglia di divertirsi, la sobrietà contro l’eccentricità, la sofisticatezza contro il mistero. Tutte caratteristiche che coabitano nello stesso meraviglioso universo: l’anima di una donna.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento