meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 21°
Lun, 17/06/2024 - 22:50

data-top

lunedì 17 giugno 2024 | ore 23:18

La Juve 'spegne' i sogni nerazzurri

Finisce 1 - 0 in favore dei bianconeri il derby d'Italia. La squadra di Leonardo dice, forse, addio ai sogni di rimonta e, soprattutto, di scudetto. In gol il solito Matri.
Fuori campo - Matri stende l'Inter (Foto internet)

La Juve vince e l'Inter dice addio, ufficialmente, ai sogni di rimonta e, soprattutto, di scudetto. Giusto così perché in campo i nerazzurri hanno dimostrato di essere completamente fuori dal gioco: stanchi, imprecisi e senza alcuna voglia di lottare. Non che i bianconeri abbiano fatto molto di più, però almeno gli uomini di Delneri hanno saputo tenere il campo, chiudendo gli spazi e colpendo gli avversari nel momento giusto. Vince la Juve, ma vince anche la noia. Alla fine, comunque, quello che conta sono i 3 punti e questi li hanno ottenuti i padroni di casa. 1 - 0, il risultato finale, grazie ad una rete di Matri (3 gol in 2 partite) nel primo tempo. Poi solo qualche sporadica azione, con i due portieri che, eccezion fatta per Buffon nel finale su Eto'o, sono stati praticamente a guardare quasi fossero normalissimi spettatori. Delneri ha costruito la gara chiudendo bene gli spazi e bloccando i talenti nerazzurri, dall'altra parte Leonardo non ha saputo imprimere, forse, ai suoi lo spirito giusto per affrontare una simile partita (il derby d'Italia, mica un'amichevole). Ci ha provato a gara in corso, facendo alcuni cambi, ma alla fine il risultato non è cambiato e, in modo particolare, non è mutata la testa dell'Inter. I bianconeri salgono, così, in classifica, rimanendo ancora in corsa per la zona Champions League e, è giusto ribadirlo, ottenendo una vittoria meritata, i nerazzurri, forse, dicono addio alle speranze di rimonta ai cugini del Milan ed al tricolore (magari sarà eccessivo, quella di stasera, almeno fino ad ora, è stata la più brutta partita dell'Inter della gestione Leonardo: ancor di più della sfida contro l'Udinese).

LE NOSTRE PAGELLE:

INTER:

Julio Cesar 6: Sul gol non può farci nulla. Per il resto inoperoso.

Maicon 6: Primo tempo di studio, nel secondo tenta qualche sgroppata in più sulla fascia. Il meno peggio dei suoi.

Cordoba 4,5: Ha sulla coscienza la rete dei bianconeri. Anche in altre occasioni sembra in ritardo.

Ranocchia 5: Le qualità ci sono, ma quando ha la palla, molto spesso, fa venire i brividi ai tifosi. Qualche buona chiusura.

J. Zanetti 6: Il capitano ci mette sempre il cuore, ma anche lui è apparso giù di tono rispetto alle ultime gare.

Thiago Motta 5,5: Non era il solito mastino a centrocampo delle scorse settimane. La stanchezza inizia a farsi sentire.

Kharja 5: Appena arrivato in nerazzurro si era messo in mostra per la grinta e ottime capacità. In calo contro la Juve.

Cambiasso 5: Non ha fatto il mister in campo come tante altre volte. Cerca di metterci il solito cuore, ma non sempre è sufficiente solo quello.

Sneijder 5: Sbaglia tocchi elementari, non certo da lui. Qualche volta accende la luce. Troppe poche, però...

Eto'o 5,5: Il voto è per il gol, ormai fatto, che ha sbagliato. Non è da lui, ma può succedere anche ad un simile campione. Non si capisce perché giochi così largo. Sue, comunque, le uniche incursioni nell'area avversaria.

Pazzini 5: Ha fatto vedere ben altro da quando è arrivato in nerazzurro. E' vero che non lo hanno quasi mai servito.

Pandev 4,5: In campo per cercare di cambiare il volto. Praticamente inesistente.

Nagatomo 5,5: Almeno ci ha messo la grinta. Solo questa però...

Leonardo (All.) 4,5: Non è che ci abbia capito molto. Giocava con la Juve, non un'amichevole. Non è riuscito a dare il giusto carattere alla squadra. Un passo indietro rispetto alla gara con la Roma.

JUVENTUS:

Buffon 6,5: Non è stato quasi mai chiamato in causa. Ma ha il merito di essere stato fondamentale su Eto'o, in almeno due occasioni.

Sorensen 7: E' non è solo per l'assist al bacio sul gol di Matri. Annulla Eto'o e lo fa con la tecnica di un veterano, lui che è giovanissimo. Una promessa per il futuro.

Barzagli 6,5: Bella prestazione. Copre, fa girare palla e riesce a bloccare Pazzini, guidando anche la difesa.

Bonucci 6,5: Si limita a fare l'ordinaria amministrazione e la fa con un'ottima sicurezza.

Chiellini 6: Anche con l'Inter è terzino. Lavora bene le palle che gli arrivano, anche se alcune volte sembra in difficoltà.

Krasic 5: Raddoppia con Sorensen su Eto'o. E quello lo fa bene, ma da lui ci si aspetta che salga e crossi per gli attaccanti.

Felipe Melo 6: Dirige le operazioni a centrocampo.

Aquilani 6: Bene lì in mezzo. Cerca di lanciare gli attaccanti.

Marchisio 5,5: Non brillante come in altre occasioni. Comunque utile alla causa bianconera. E non solo in questa partita.

Toni 6,5: Grande lavoro. Riceve palla e fa salire la squadra. Non hanno avuto vita facile i difensori nerazzurri.

Matri 7: Terzo gol in due gare con la Juve. E' stato preso per questo, quindi cosa chiedergli di più. Ma non è solo realizzatore, lavora per il gruppo e costruisce per i compagni.

Iaquinta 5: Entra a partita in corso. Si vede davvero poco.

Pepe 5,5: Cerca qualche spunto sulla fascia. Nulla di più.

Sissoko 5,5: Pochi minuti e prende un'ammonizione. Poi amministra il gioco.

Delneri (All.) 6: Costruisce la gara bloccando i talenti dell'Inter: Eto'o su tutti, poi Sneijder. Bravo nella lettura della sfida, un po' meno, forse, nello scegliere i cambi.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento