meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Mer, 19/01/2022 - 17:50

data-top

mercoledì 19 gennaio 2022 | ore 17:04

Delpini: Discorso alla città e alla Diocesi

Alla vigilia della solennità di Sant’Ambrogio, patrono di Milano, l’Arcivescovo di Milano, Monsignor Mario Delpini, terrà il tradizionale Discorso alla Città e alla Diocesi lunedì 6 dicembre, alle 18, nella Basilica di Sant’Ambrogio.
Attualità - L'Arcivescovo Mario Delpini (Foto internet)

Alla vigilia della solennità di Sant’Ambrogio, patrono di Milano, l’Arcivescovo di Milano, Monsignor Mario Delpini, terrà il tradizionale Discorso alla Città e alla Diocesi lunedì 6 dicembre, alle 18, nella Basilica di Sant’Ambrogio. La riflessione dell’Arcivescovo - che verrà pronunciata durante la celebrazione dei Vespri votivi in onore del patrono - è rivolta in particolare ad amministratori pubblici, politici e responsabili del bene comune che vivono e operano nel territorio della Diocesi di Milano. Per le norme sanitarie imposte dall’emergenza pandemica, è stato necessario limitare gli inviti alle principali autorità e ai sindaci dei Comuni con più di 13 mila abitanti. Il Discorso alla Città sarà trasmesso in diretta televisiva su RaiTre, a cura della Tgr Lombardia, con commenti e approfondimenti giornalistici; in forma integrale, senza commenti, su Telenova (canale 14 del digitale terrestre), ChiesaTV (canale 195) e ancora su Radio Marconi e Radio Mater. I Vespri e il Discorso saranno inoltre trasmessi in diretta streaming sul portale www.chiesadimilano.it e sul canale YouTube della Diocesi. Martedì 7 dicembre, alle 10.30, nella Basilica di Sant’Ambrogio, l’Arcivescovo celebrerà la Messa pontificale in onore del Santo Patrono. I canti saranno eseguiti dalla cappella musicale del Duomo.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento