meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno -1°
Lun, 29/11/2021 - 05:20

data-top

lunedì 29 novembre 2021 | ore 04:31

Lions: cerimonia di ingresso

Nella cornice della Scala di Giacobbe di Castelletto di Cuggiono, l'ingresso dei nuovo soci del Satellite Naviglio Grande del Lions Club Parabiago Giuseppe Maggiolini.
Cuggiono / Territorio - Satellite Naviglio Grande del Lions Club Parabiago Giuseppe Maggiolini

Dopo quattro anni dalla sua fondazione, avvenuta in Villa Annoni, il Satellite Naviglio Grande del Lions Club Parabiago Giuseppe Maggiolini si rinforza con l'ingresso di ben 11 nuovi soci pieni di entusiasmo e di una incontenibile voglia di fare. E per l'importante occasione, allora, non poteva mancare una cerimonia altrettanto particolare e in una location davvero speciale, ossia la Scala di Giacobbe di Castelletto di Cuggiono. Più nello specifico, poi, l'appuntamento vero e proprio di presentazione con la lettura della formula solenne da parte dell'Officer e Lions di collegamento Patrizia Angela Guerini Rocco si è tenuta nella sala superiore. Ovviamente, grande è stata l'emozione di ricevere e vedersi appuntare la pin dei Lions, che ha coinvolto tutti i nuovi arrivati, ma anche i già soci, forse per la presenza delle autorità lionistiche, quali il Past Governatore Danilo Francesco Guerini Rocco, l'Officer Distrettuale Franco Rossi, il presidente del Club Sponsor Ruggero Bottini, il Past presidente Enrico Clerici, l'Officer di Club Roberta Calcaterra e il presidente del Club Satellite Giacomo Bergamaschi. E dopo l'ufficialità, la serata è proseguita con una splendida conviviale curata dal socio Loreno Garavaglia e tenuta nella sala refettorio della struttura dove, attorno al tavolo imperiale, l'amicizia ha proseguito a fiorire e con essa anche nuovi progetti lionistici. A ricordo della cerimonia e come auspicio di fortuna, ricchezza e lunga vita per il Club Satellite, infine, i presenti hanno ricevuto una melograna ed ascoltato una simpatica filastrocca che recita: "Una rossa melagrana per farci un po' m'ama non m'ama, per esprimere un desiderio che faccia ridere o che sia serio. Una grossa melagrana da usare come portafortuna per chiedere mari, monti, la luna. Per viaggiare in su e in giù per fare la strada che amo di più, che gira in tondo tra valli e pianure tra dolci colline e fresche radure, per sentieri fra i girasoli, oltre ruscelli dai chiari colori. Una bella melagrana posata accanto a una fontana, che racconti storie lontane di giorni sereni e parole profane".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento