meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 13°
Mar, 11/05/2021 - 20:50

data-top

martedì 11 maggio 2021 | ore 21:47

Campionato italiano Prestige

Maggiora è per molti il tempio del cross del Nord Italia, una pista storica, teatro anche di gare dei Campionati Mondiali che proprio quest’anno ritornano sulla pista Piemontese.
Sport - Campionato Italiano

Maggiora è per molti il tempio del cross del Nord Italia, una pista storica, teatro anche di gare dei Campionati Mondiali che proprio quest’anno ritornano sulla pista Piemontese.
Un Campionato dedicato alle moto da cross d’epoca, quelle che dagli anni ’70, forse anche prima, hanno permesso a molti appassionati di consumare tasselli e benzina, sulle terra e sul fango. Un evento, quello andato in scena domenica 18 aprile, che ha richiamato davvero tanti appassionati e che la mancanza di pubblico, per le restrizioni dovute al Covid-19, non è risuscita a guastare. Tanti i nomi noti, qualcuno sentito o letto sulle riviste specializzate, altri che scopriamo essere stati, ma anche tuttora, delle grandi manette. Franco Picco, Michele Fanton, Alessandro Gritti, per citarne qualcuno, ma anche personaggi dello spettacolo, come Max Giusti, che da appassionato ha dimostrato ottime doti di crossista. E poi le moto, quelle 'Vecchie', quelle che hanno fatto battere il cuore e che continuano a farlo palpitare forte, quelle che dagli inizi degli anni ’70, qualcuna forse anche prima, hanno scavato la terra scaricando cavalli. Le quattro sorelle giapponesi tra le più presenti, ma anche le più moderne, e poi le europee e le Italiane a far valere una supremazia motoristica che apparteneva a loro in quegli anni: KTM, Maico, CZ, Montesa, Ancillotti, Aprilia, Cagiva, Aspes, AJS, TGM, Husqvarna, Villa, BSA, CCM, Puch, e altre che mi sfuggono, insomma la storia del cross!
In rappresentanza della nostra zona si è distinto il Moto Club Magenta che ha schierato ben tre piloti in altrettante diverse categorie: Roberto Carnaghi nel Gruppo 4 su Honda CR250 del 1986, Oreste Ticozzelli nel Gruppo Vintage pre ’73 su Montesa 250VR del 1973 e Giovanni Grimi nel Gruppo P2B su Honda CR250 del 1984. Ottime prestazioni che hanno permesso di sfiorare il podio o comunque arrivare nella zona alta della classifica che fanno ben sperare per il proseguimento del Campionato Italiano di cui questa gara faceva anche parte e a cui il sodalizio Magentino partecipa. Un evento organizzato con la massima precisione e rispetto dei tempi, con una cura nella manutenzione della pista maniacale e con un impianto decisamente all’altezza come servizi e cura e pulizia degli stessi. Il tempo clemente ha fatto il resto. Un preludio che fa pensare a una tradizione futura che non potrà che essere gradita da tutti gli appassionati. (Foto Flavio Carato)

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento