meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto 10°
Dom, 11/04/2021 - 20:50

data-top

domenica 11 aprile 2021 | ore 21:50

Triumph e l'elettrico

Il progetto TE-1, lanciato a maggio 2019, è finalizzato allo sviluppo di un veicolo elettrico su due ruote dotato di tecnologia evoluta ed innovative soluzioni di design integrato.
Motori - Triumph TE-1

La casa inglese sta sviluppando un progetto per la messa sul mercato della prima moto elettrica marchiata Triumph. Il progetto TE-1, lanciato nel mese di maggio 2019, è finalizzato allo sviluppo di un veicolo elettrico su due ruote dotato di tecnologia evoluta ed innovative soluzioni di design integrato, frutto della collaborazione tra Triumph Motorcycles, Williams Advanced Engineering, Integral Powertrain Ltd, e WMG presso l’Università di Warwick, finanziato dall’ Office for Zero Emission Vehicles. Una sinergia di forze che, grazie ad un approccio innovativo nel campo della progettazione del powertrain, ha già fin dalle prime sessioni di test mostrato la possibilità di raggiungere e superare gli attuali benchmark di mercato in termini di performance, durata, guidabilità attesa da una motocicletta elettrica. Ulteriori sviluppi nelle prestazioni della batteria stanno consentendo al Project TE-1 di rispondere pienamente alle aspettative settate all’avvio del progetto e di porre le basi per un futuro sviluppo di innovative motociclette elettriche Triumph. L’esperienza tecnologica di INTEGRAL POWERTRAIN LTD.’S E-DRIVE DIVISION nella progettazione di motori elettrici e di inverter ha notevolmente aiutato nello spingere in avanti i limiti del progetto TE-1. Nella Fase 1 hanno lavorato per integrare motore e inverter all’interno di un pacchetto unico e compatto. Questo consente una rilevante ottimizzazione dei volumi, delle masse e dei componenti accessori necessari quali ad esempio i tubi per il passaggio del liquido refrigerante o i cavi ad alta tensione. Si tratta anche di un concept facilmente scalabile, su diversi livelli di potenza a seconda del diametro e della coppia del motore, ad esempio. Grazie alla combinazione con i motori dotati di tecnologia di ultima generazione, sono stati consolidati risultati molto promettenti, con una densità di energia doppia rispetto ai target stabiliti dallo UK Automotive Council in vista del 2025. Giunti al termine della Fase 2, ecco pronto il prototipo di un motore completamente funzionante e operativo in ogni aspetto. L’impegno alla WMG, presso l’Università di Warwick si è concentrato sulla simulazione di modelli di funzionamento del pacchetto motore-batteria e sistemi di vehicle control. Basandosi sulle necessità di prestazioni e durata stabilite, sono state inizialmente identificate le specifiche tecniche dei componenti necessari. Ciò ha consentito a Triumph di procedere con lo sviluppo del software prima di passare alla progettazione del necessario hardware e alla successiva fase di test in condizioni di utilizzo “reale”.Nel corso della Fase 2 Triumph ha sviluppato un nuovo software di vehicle control completo di tutti i principali componenti elettrici ed elettronici, tra cui ad esempio la gestione dell’acceleratore, della frenata, del traction control e in generale di tutte le funzionalità che ogni motociclista si aspetta da una Triumph. Sono state inoltre implementate nel software alcune strategie di sicurezza avanzate, e sviluppato il prototipo del futuro dashboard di bordo. Parallelamente a questi sviluppi intorno all’area elettronica, anche il telaio prototipale è stato definito, completamente nuovo, composto da telaio principale e telaio posteriore integrati per alloggiare batterie e motore, passaggi cruciali in vista della Fase 3 che prevede la realizzazione di un veicolo prototipo completo che verrà poi testato approfonditamente nella Fase 4. Nel percorso di progettazione dello chassis si è, ovviamente, tenuta in considerazione i primi bozzetti di design che cominciano a dare forma al futuro delle moto made in Hinckley. Ancora due le fasi quindi per vedere su strada la prima moto Inglese, marchiata Triumph, elettrica.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento